Il Ministero della Salute, con un avviso pubblicato sul proprio sito internet ufficiale, ha annunciato la decisione di ritirare dal mercato il kebab di pollo a marchio Conad per possibile presenza di corpi estranei. Si tratta, nello specifico, di frammenti di plastica, rilevata in seguito di un autocontrollo del fornitore. Il prodotto oggetto del provvedimento è venduto in vaschette da 350 grammi, le quali appartengono al lotto 8574274 con la data di scadenza 22 gennaio 2021. La produzione è stata realizzata presso lo stabilimento di via Speranza 7 a Santa Maria di Zevio, in provincia di Verona e con marchio di identificazione IT 752L CE.

La nota di Conad: "Non mangiatelo"

Il ministero e Conad invitano pertanto chiunque abbia acquistato il prodotto a non consumarlo o a riportarlo presso il punto di acquisto per la sostituzione o il rimborso. "Al fine di scongiurare qualsiasi possibile rischio per la salute – è specificato all'interno della nota pubblicata sul sito Conad –, i clienti che fossero in possesso del prodotto appartenente al medesimo lotto sono invitati a riportarlo al punto di vendita Conad dove è stato acquistato, che provvederà alla sostituzione con altro prodotto o al rimborso".  Si ricordi che l’autorità, in questo caso il Ministero della Sanità, può anche stabilire la revoca del ritiro e del richiamo dei prodotti.

I precedenti richiami del Ministero della Salute

Numerosi sono stati negli ultimi mesi i ritiri alimentari da parte ministero della Salute. Tra gli ultimi, in ordine cronologico, c'è richiamo per rischio fisico di un sugo alle verdure biologico di Carrefour Bio. Possibile presenza di frammenti di vetro, è quanto si legge come “motivo del richiamo” nel comunicato del 12 gennaio. Prima ancora l'allerta alimentare era scattata per un prodotto a causa della presenza di ossido di etilene in quantità superiore al limite di legge. Ritirate dal ministero della Salute delle confezioni da 30 grammi di semi di sesamo, il prodotto “Sesamo semi clip sachet” a marchio “Ubena”.