1.277 CONDIVISIONI
5 Maggio 2022
21:28

“Chi ha il ciclo?”, la direttrice del ‘caso assorbente’ intervistata a Le Iene: “Tratto benissimo i miei dipendenti”

Dopo il discusso audio shock riguardo l’assorbente trovato in bagno e il clamore che la vicenda ha creato, la donna è apparsa in tv per raccontare la sua versione a Le Iene.
A cura di Biagio Chiariello
1.277 CONDIVISIONI

"È un messaggio colorito, però io non ho effettuato nessuna perquisizione corporale. Il mio è stato solo uno sfogo di rabbia, ma io ho una carriera di 30 anni". Così è intervenuta a Le Iene la ex direttrice del supermercato Conad di Pescara che aveva mandato una nota vocale in una chat di colleghi dove chiedeva chi avesse il ciclo mestruale dopo aver trovato un assorbente sporco fuori dal cestino di un bagno del punto vendita.

"Voglio il nome e cognome di chi oggi ha il ciclo mestruale, ok? Sennò gli calo le mutande io”.

L'inviata della nota trasmissione di Italia 1, Alice Martinelli, ha parlato con la donna, provando a spiegare e proprie ragioni, anche alla luce delle dichiarazioni alcuni dipendenti che hanno raccontato le dinamiche dell’episodio: “Praticamente ha visto le telecamere delle persone che andavano al bagno in quell’ora. Alle donne che avevano il ciclo ha aperto l’armadietto, per cercare la marca dell’assorbente in questione. Io so che qualcuna si è fatta controllare per non avere ripercussioni” ha raccontato la dipendente, a volto coperto.

Nel corso del servizio, viene mandato in onda un altro audio di un ex dipendente minacciato dalla direttrice: "La tua vita qui sarà un inferno, fosse l'ultima cosa che faccio. Tu da qua esci strisciando". L'unica colpa dell'uomo sarebbe stata quella di non averla invitata ad una festa tra dipendenti. Il malcapitato, conoscendola, aveva così deciso di registrarla: "Non ti licenzio, non te la pago la disoccupazione, te ne vai strisciando" erano state le parole della donna.

"Stiamo parlando solo di due episodi sicuramente gravi per i quali io ho chiesto scusa. Io tratto benissimo i miei dipendenti, qui si respira un clima sereno" ha provato a giustificarsi a Le Iene la ormai ex direttrice.

1.277 CONDIVISIONI
"Più respingimenti dopo gli accordi Italia-Libia": la denuncia dell'Ong MOAS sui migranti a Malta
La Caffaro ha inquinato Brescia per un secolo e da 20 anni si aspetta la bonifica
La Caffaro ha inquinato Brescia per un secolo e da 20 anni si aspetta la bonifica
Alessandro Borghese contestato a Livorno:
Alessandro Borghese contestato a Livorno: "Lavoro gratis è sfruttamento, non sei il benvenuto"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni