125 CONDIVISIONI
3 Agosto 2020
12:03

Turista partorisce al mare, infermiera la salva: “Il bimbo non respirava, una scena da film horror”

In un lido sulla spiaggia della Romagna una turista ha dato alla luce il settimo figlio. La donna che l’ha soccorsa: “Quando ha emesso il primo vagito è stato un momento di grande emozione”. La donna, un’austriaca di 45 anni, è ora ricoverata in ospedale, mentre il bimbo è in terapia intensiva neonatale.
A cura di Biagio Chiariello
125 CONDIVISIONI

“Ero sotto il mio ombrellone quando una signora ha iniziato a correre sulla passerella della spiaggia urlando che una donna aveva partorito in bagno e che il bambino non respirava. Mi sembrava strano, ma sono andata a vedere”. Inizia così il racconto di Barbara Di Pardo, l’infermiera che ieri ha permesso ad una turista 45enne di partorire sulla spiaggia in Romagna, al bagno 5 di Cattolica. La donna vive a San Giovanni in Marignano e lavora come operatrice sanitaria all'Inail di Pesaro e, per una fausta coincidenza, va al mare proprio al 5 di Cattolica.

Barbara parla di “una scena da film dell'orrore” quando è arrivata davanti alla turista austriaca. Nel senso che era coperta di sangue e il figlio sembrava inerte. “Ho notato subito che lei era riuscita a strappare il cordone ombelicale e ad avvolgere il piccolo in un asciugamano, una lucidità davvero eccezionale. E mi sono data da fare. Il bebé non era cianotico, buon segno. L'ho voltato, massaggiato e ho visto che respirava. Un bel bambino: a occhio, sui tre chili, non è stato evidentemente un parto prematuro" ricorda.

"Non c'era nessun segno di traumi. La signora era riuscita a non farlo cadere. Quando ha emesso il primo vagito è stato un momento di grande emozione. Però mi preoccupavano le condizioni della mamma: aveva perduto molto sangue ed era collassata sul pavimento. Non riusciva nemmeno a parlare, aveva il polso debolissimo, chiaramente sotto choc. Ho fatto quel che ho potuto per fermare l'emorragia” spiega ancora Barbara al Secolo XIX. E fortunatamente tutto è andato per il meglio. Madre e neonato sono stati trasportati in ospedale da un'ambulanza del 118. Stanno entrambi bene; il bimbo è in terapia intensiva neonatale.

125 CONDIVISIONI
Bologna, partorisce in auto grazie all'aiuto di un'infermiera in videochiamata
Bologna, partorisce in auto grazie all'aiuto di un'infermiera in videochiamata
Ospedale del Mare di Napoli in crisi nera: "Ecco perché medici e infermieri vanno via"
Ospedale del Mare di Napoli in crisi nera: "Ecco perché medici e infermieri vanno via"
164.903 di AntonioMusella
Reggio Calabria, incendi e proiettili non fermano Siderno: cittadini in piazza contro la criminalità
Reggio Calabria, incendi e proiettili non fermano Siderno: cittadini in piazza contro la criminalità
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni