Non ce l’ha fatta il piccolo Vincenzo, il ragazzino pugliese malato di cancro che aveva commosso Papa Francesco presentatosi in Vaticano nonostante i gravi problemi di salute per ricambiare l’affettuoso abbraccio che il pontefice gli aveva regalato pochi mesi prima in ospedale. Vincenzo è deceduto nelle scorse settimane proprio a seguito delle conseguenze della malattia che lo aveva colpito accanendosi su di lui. Una notizia drammatica che è giunta nei giorni scorsi allo stesso Bergoglio che ha voluto immediatamente inviare ai famigliari dell’adolescente le sue sentite condoglianze.

Informato della notizia, il 7 aprile Papa Francesco ha fatto recapitare dalla segreteria pontificia un messaggio scritto di suo pugno in cui ha voluto riservare poche ma sentite parole di conforto ai genitori di Vincenzo originaria di Canosa di Puglia. “Vorrei che arrivino ai suoi genitori i miei sentimenti di condoglianze e la mia vicinanza. Prego per la famiglia. Che il Signore Vi benedica e la Madonna Vi custodisca” ha scritto il Pontefice.

Il primo incontro tra Begoglio e l’adolescente risale al 2018 quando Papa Francesco fece visita al reparto di Oncoematologia Pediatrica del poliambulatorio ‘Giovanni Paolo II' di San Giovanni Rotondo, nel Foggiano, incontrando diversi piccoli pazienti. Tra di loro vi era il tredicenne Vincenzo che doveva subire un intervento chirurgico alla testa per un tumore. “Un giorno voglio venire a trovarvi a Roma” aveva detto al Papa. “Ti aspetto, organizza con i dottori, così ti faccio entrare” aveva ribattuto Begoglio. L’atteso evento il 22 gennaio scorso quando Vincenzo, accompagnato dai genitori e da un prete amico di famiglia, ha partecipato all’Udienza. Il secondo abbraccio nell’Aula Nervi quando Papa Francesco ha ringraziato il 15enne per essere andato a trovarlo nonostante i gravi problemi di salute. Nei giorni scorsi però le condizioni di Vincenzo si sono aggravate ulteriormente fino a portarlo alla morte