Terremoto a Reggio Calabria, la scossa di magnitudo 3.8 è stata avvertita nel reggino. La terra ha tremato all'una e trentuno ora italiana. L'epicentro è stato a San Pietro di Caridà un comune a 90 km dal capoluogo di regione. La scossa è stata avvertita chiaramente a Vibo Valentia. La profondità, secondo quanto riportato dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, è di 10 km. I comuni interessati sono: San Pietro di Caridà, Serrata, Candidoni, Galatro, Laureana di Borrello, Giffone, Feroleto della Chiesa, Maropati, San Giorgio Morgese, Polistena, Cinquefrondi, Melicucco e Anoia nel Reggino, Dinami, Acquaro, Dasà, Arena, Gerocarne,  Sorianello, Soriano Calabro, Mileto, San Calogero, Francica, Rosarno, Fabrizia e Mongiana nel Vibonese.

Dopo pochi minuti, all'1.33 una seconda scossa di entità inferiore con magnitudo 2.3 e profondità sempre di 10 chilometri si è verificata nel medesimo punto.

Segnalazioni sui social network da parte di persone spaventate ma per ora non si registrano danni a persone o cose. Tante le telefonate del 118 perché, nonostante l'ora tarda, molti erano in piedi a seguire gli aggiornamenti delle elezioni europee. Preallertate squadre di vigili del fuoco in casi di piccoli danni agli edifici. Per ora la situazione sembra stabile e non risultano interventi.