3.321 CONDIVISIONI
22 Giugno 2022
12:14

Elisabetta II torna al lavoro dopo il Giubileo: abito floreale e una delle sue spille più preziose

Elisabetta II ha accolto a Windsor l’arcivescovo di Canterbury Justin Welby. Ha scelto un abito a fiori e una delle spille più preziose della collezione reale.
A cura di Giusy Dente
3.321 CONDIVISIONI

Dopo le emozionanti ma stancanti giornate del Giubileo di Platino, Elisabetta II si è concessa un po' di meritato riposo e non si faceva vedere da un po'. Nonostante alcuni problemi di mobilità, la regina ha voluto esserci di persona al Giubileo. Non ha deluso i sudditi e ha preso parte agli eventi per lei meno faticosi: si è affacciata due volte al balcone, mentre ha delegato a figli e nipoti le occasioni più impegnative, come la messa presso la cattedrale di St Paul. Poi la sovrana ha disertato il Royal Ascot della scorsa settimana, l'annuale corsa dei cavalli di cui è appassionata. Nonostante questo evento sia uno dei suoi preferiti, stavolta ha dovuto rinunciare: si è accontentata di seguirlo in tv dal Castello di Windsor. La 96enne è ancora molto presa dai suoi impegni di lavoro e ci tiene a portarli avanti: ha tenuto infatti un'altra udienza al castello. Queste sono le prime foto dalla sua ultima apparizione pubblica, quella di domenica 5 giugno, ultimo giorno del Giubileo, quando si è affacciata dal balcone di Buckingham Palace per salutare e chiudere ufficialmente l'evento.

La regina col look floreale

La regina Elisabetta ha ricevuto al castello di Windsor l'arcivescovo di Canterbury Justin Welby: è stata la sua prima udienza di persona, dopo l'annuncio dell'assenza al Royal Ascot. L'arcivescovo ha portato un dono alla regina, una Croce di Canterbury, per omaggiare il servizio reso nei confronti della Chiesa d'Inghilterra in questi 70 anni di regno. La Croce è stata realizzata appositamente per lei con inserti in platino per fare riferimento al suo Giubileo. L'incontro tra i due era previsto proprio durante le celebrazioni: il vescovo avrebbe dovuto tenere un discorso durante la messa a St.Paul , per rendere omaggio alla regina. Ma lei non ha partecipato per non affaticarsi e lui era assente, perché risultato positivo al Covid poco prima.

Per l'occasione Elisabetta II ha indossato un abito con stampa floreale, completato con gli immancabili mocassini neri, occhiali e collana di perle con orecchini abbinati. Stavolta era senza il bastone da passeggio che da qualche tempo usa per far fronte ai problemi di mobilità.  Il dettaglio di tutti i suoi look è sempre la spilla, appuntata sempre al lato sinistro. Stavolta ha scelto una delle più pregiate: si tratta della Cullinan V in diamanti e platino. Ha ereditato il gioiello da sua nonna, la regina Mary, nel 1953: è da sempre una delle preferite, ma è anche tra le più pregiate della collezione reale.

Come altri pezzi della stessa linea, anche questo è stato ottenuto lavorando l'enorme diamante grezzo Cullinan scoperto in Sud Africa nel 1905: pesava più di 3000 carati e ne sono stati ricavati diversi gioielli della collezione. Questa spilla nello specifico è stata indossata dalla sovrana sia in occasioni formali (come il viaggio istituzionale in Oman) che di famiglia (per esempio il matrimonio della principessa Eugenia). Ma è anche quella sfoggiata poche settimane fa, quando ha rivelato a Paddington Bear il segretissimo contenuto della sua famosa borsetta.

3.321 CONDIVISIONI
Elisabetta II chiude il Giubileo di Platino in verde: perché ha indossato l'iconica spilla-fiocco
Elisabetta II chiude il Giubileo di Platino in verde: perché ha indossato l'iconica spilla-fiocco
Elisabetta II con le spille preziose per il discorso al popolo: i gioielli hanno un valore simbolico
Elisabetta II con le spille preziose per il discorso al popolo: i gioielli hanno un valore simbolico
Il Giubileo della regina Elisabetta: la storia dell'incoronazione e dell'abito portafortuna
Il Giubileo della regina Elisabetta: la storia dell'incoronazione e dell'abito portafortuna
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni