2 Marzo 2022
14:05

Da Versace a Balenciaga, la moda si attiva per l’Ucraina: raccolte fondi, donazioni e appelli

Modelle russe e ucraine lanciano appelli sui social contro la guerra, mentre le case di moda si organizzano per inviare aiuti e donazioni al popolo ucraino.
A cura di Beatrice Manca
proteste contro la guerra fuori dalla sfilata di Giorgio Armani
proteste contro la guerra fuori dalla sfilata di Giorgio Armani

La guerra in Ucraina è esplosa mentre a Milano e Parigi erano in corso le sfilate di moda, uno dei momenti più mondani e glamour delle città. Un contrasto stridente: da una parte la leggerezza del ritorno alla vita, dall'altra un teatro di guerra con vittime e sfollati. Dopo giorni di silenzio, anche il mondo della moda ha deciso di dare un segnale: da Balenciaga a Versace, da Chiara e Valentina Ferragni fino alla top model russa Natalia Vodianova, influencer e stilisti si attivano per raccogliere donazioni o supportare le raccolte fondi.

Le raccolte fondi dei brand per l'Ucraina

Il primo designer a dare un segnale per l'Ucraina è stato Giorgio Armani, che ha deciso di sfilare senza musica in segno di rispetto per la tragedia umanitaria in corso. Adesso il fashion system prova a fare un passo in avanti in più, organizzando donazioni e raccolte fondi. La stilista Donatella Versace ha condiviso su Instagram un invito a donare alle associazioni che si occupano dei rifugiati, per soccorrere chi ha perduto la casa nel conflitto. Anche il brand Balenciaga ha voluto usare i suoi canali social per mandare un messaggioa: l'account Instagram del brand al momento contiene una sola foto – una bandiera ucraina – e un messaggio: "Siamo per la pace e useremo le nostre piattaforme per informare su conflitto in Ucraina". Attraverso il profilo del brand si può donare al sito del World Food Program, il programma alimentate mondiale al fianco dei civili colpiti dal conflitto.

Il messaggio di Donatella Versace
Il messaggio di Donatella Versace

Modelle russe e ucraine protestano contro la guerra

Durante la settimana della moda si riuniscono in passerella modelle di tutto il mondo, anche dall'Ucraina: Kristy Ponomar, in passerella alla sfilata Prada di Milano, condivide attivamente sul suo profilo aggiornamenti e notizie sulla situazione in Ucraina, oltre a indicare ai suoi follower dove donare e come aiutare la popolazione. La top model russa Natalia Vodianovaha mandato un messaggio di solidarietà alle donne e alle madri ucraine e sul suo profilo Instagram ha attivato una raccolta fondi, condividendo i link per donare alle associazioni umanitarie. Anche Gigi e Bella Hadid hanno manifestato sui social la loro solidarietà al popolo ucraino.

la modella ucraina Kristy Ponomar in lacrime alla sfilata Prada
la modella ucraina Kristy Ponomar in lacrime alla sfilata Prada

L'appello di Chiara e Valentina Ferragni

Mentre la guerra è in corso le sfilate proseguono, suscitando polemiche e critiche. Non sono state risparmiate neanche Chiara e Valentina Ferragni, attaccate su Instagram per la loro partecipazione agli eventi di moda. Le due sorelle si sono difese via Instagram, spiegando che partecipare alle sfilate è il loro lavoro: entrambe hanno fatto appello ai numerosi follower chiedendo una donazione alla Croce Rossa, attiva nelle zone di guerra. La tragedia della guerra ha fatto scattare una gara di solidarietà per non lasciare solo chi soffre.

Ucraina, l'impegno della moda: Giorgio Armani dona mezzo milione di euro per i rifugiati
Ucraina, l'impegno della moda: Giorgio Armani dona mezzo milione di euro per i rifugiati
La guerra in Ucraina sconvolge tutti, tranne la Fashion Week: la moda si indigna solo sui social
La guerra in Ucraina sconvolge tutti, tranne la Fashion Week: la moda si indigna solo sui social
Gigi Hadid dona i guadagni della Settimana della Moda alla popolazione ucraina
Gigi Hadid dona i guadagni della Settimana della Moda alla popolazione ucraina
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni