3 Gennaio 2022
12:52

Roberto Capucci alla Triennale: nei suoi abiti scultura s’incontrano Arte e Moda

“Roberto Capucci: meraviglie della forma” è la mostra della Triennale di Milano, per esplorare le creazioni dello stilista famoso per gli abiti scultura.
A cura di Giusy Dente
Instagram @fondazione_roberto_capucci
Instagram @fondazione_roberto_capucci

La Triennale di Milano dedica una mostra a uno degli stilisti più innovativi del panorama italiano, un professionista che nella sua lunga carriera ha saputo stupire e sperimentare, portando in passerella abiti scultura mai visti prima. Metafore. Roberto Capucci: meraviglie della forma rende omaggio a una figura chiave della storia della moda italiana, che ha creato veri e propri capolavori. Per il suo operato Capucci è stato insignito di diverse onorificenze e le sue creazioni sono state esposte nei principali musei del mondo, nel corso degli anni: la Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma, la Biennale d'Arte a Venezia, la Schauspielhaus di Berlino, Palazzo Strozzi a Firenze, il Kunsthistorisches Museum di Vienna. Adesso è la Triennale di Milano che consente di ammirare i suoi lavori (sono esposti i modelli originali) e di raccontarne la storia.

Roberto Capucci: tradizione sartoriale e arte

Sono passati 70 anni dall'apertura del primo atelier di Roberto Capucci, quello di via Sistina a Roma a cui si è in seguito affiancato quello di Parigi in Rue Cambon. L'attività dello stilista si è snodata in questa lunga carriera sfiorando anche il cinema e il teatro. Nel 1968 ha creato i costumi per il film Teorema di Pierpaolo Pasolini, vestendo sia Terence Stamp che Silvana Mangano. Nel 1986, invece, ha creato i costumi per Omaggio alla Callas e per la Norma di Vincenzo Bellini.

Instagram @fondazione_roberto_capucci
Instagram @fondazione_roberto_capucci

Ma è stato dall'arte che ha tratto le sue più grandi ispirazioni, riuscendo in questo modo a stupire e ammaliare portando in passerella e in atelier creazioni senza precedenti. La Linea Optical, ad esempio, si ispirava alle opere di Victor Vasarely, rielaborando sul tessuto i concetti di movimento e prospettiva. Il suo abito Colonna, invece, riprendeva un elemento architettonico ed è diventato forse il capo più iconico di tutta la sua produzione.

Instagram @fondazione_roberto_capucci
Instagram @fondazione_roberto_capucci

La mostra alla Triennale di Milano

Metafore. Roberto Capucci: meraviglie della forma è la mostra ad accesso libero in corso alla Triennale di Milano, aperta fino al 9 gennaio. Curata da Gian Luca Bauzano, in collaborazione con la Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte, con la Fondazione Roberto Capucci e con la manifattura di ceramiche Rometti, celebra la figura e l'opera dello stilista e designer italiano. Roberto Capucci è uno dei più grandi artisti contemporanei. Il suo gusto sartoriale e la sua artigianalità, però, hanno conosciuto sin dall'inizio una tendenza a esplorare il mondo dell'arte, per metterlo al servizio dell'Alta Moda.

Instagram @fondazione_roberto_capucci
Instagram @fondazione_roberto_capucci

A renderlo unico, nel panorama italiano, sono sempre state la ricerca, l'applicazione di inediti metodi di lavorazione, la sperimentazione, coinvolgendo tessuti, forme, colori e materiali nuovi. Dal bamboo alle pietre naturali ai polimeri plastici, le sue creazioni sono così uniche proprio perché attingono al mondo dell'arte e lo portano in atelier e in passerella. I suoi abiti sono a loro volta opere d'arte vere e proprie.

Gli abiti scultura, la moda incontra l'arte in passerella
Gli abiti scultura, la moda incontra l'arte in passerella
871 di Stile e trend
Quando l'arte incontra la moda: l'abito bianco di Zendaya è una scultura di stoffa
Quando l'arte incontra la moda: l'abito bianco di Zendaya è una scultura di stoffa
Le sculture cinetiche di Anthony Howe conquistano la moda
Le sculture cinetiche di Anthony Howe conquistano la moda
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni