276 CONDIVISIONI
15 Marzo 2022
9:22

L’edificio di Milano che sembra sciogliersi sulla strada

Lo street artist Cosimo Caiffa, aka Cheone, ha trasformato una facciata cieca di uno storico palazzo di Milano in un’opera surreale che trascina i passanti in un altro luogo.
A cura di Clara Salzano
276 CONDIVISIONI
Il murales di Cheone sul Casa Maiocchi in Corso di Porta Romana 113
Il murales di Cheone sul Casa Maiocchi in Corso di Porta Romana 113

C'è un angolo di Barcellona a Milano. Si trova in Corso di Porta Romana 111/113 e ricorda l'iconica Casa Batlò dell'architetto catalano Antonì Gaudì. Invece siamo nel cuore pulsante del capoluogo meneghino e stiamo parlando della facciata cieca di Casa Maiocchi che Cosimo Caiffa, in arte Cheone, ha trasformato in una spettacolare opera di street art che trascina i passanti in un altro luogo.

La facciata cieca di Casa Maiocchi a Milano diventa un murales ispirato a Gaudì
La facciata cieca di Casa Maiocchi a Milano diventa un murales ispirato a Gaudì

The Vision è il murales di Cheone realizzato sul lato cieco di Casa Maiocchi, storico edificio progettato da Piero Portaluppi nel 1920. L'opera di street art in Corso di Porta Romana 111/113 cattura l'attenzione dei passanti perché riesce a continuare la composizione del palazzo sul lato cieco ma come se uno specchio d'acqua deformasse l'immagine. Sembra di trovarsi davanti ad un'opera di Gaudì a Barcellona ma invece si trova nel centro di Milano. L'artista, di origini pugliesi, ha fatto la storia dell’anamorphic street art italiana, e il suo lavoro gioca sempre con la percezione. Attraverso il trompe-l’oeil, Cheone riesce a creare l'illusione ottica di un edificio che sembra sciogliersi alla sguardo.

Il murale The Vision di Cheone sull’edificio milanese
Il murale The Vision di Cheone sull’edificio milanese

Da forma d'arte di contestazione e proibita, la street art si sta sempre più affermando nelle città del mondo. Sono sempre più numerose le opere di street art che abbelliscono palazzi e strade urbane e a cui viene riconosciuto un grande valore estetico e semiotico oggi. Il murales The Vision di Cheone si inserisce in questo contesto perfettamente omaggiando l'opera di Portaluppi di Casa Maiocchi, caratterizzata da un armonioso equilibrio tra linee orizzontali e linee curve, e legandola idealmente all'opera di Gaudì con Casa Batlò. The Vision è un ponte tra passato e presente che porta a Milano il meglio della street art mondiale.

276 CONDIVISIONI
Top Tower, lo strano edificio di Praga che sembra uscito da uno scontro con una petroliera
Top Tower, lo strano edificio di Praga che sembra uscito da uno scontro con una petroliera
Oliviero Toscani compie 80 anni: Milano festeggia con una mostra
Oliviero Toscani compie 80 anni: Milano festeggia con una mostra "a sorpresa" in strada
Un edificio con 700 finestre: dov'è il primo hotel
Un edificio con 700 finestre: dov'è il primo hotel "zero waste" al mondo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni