896 CONDIVISIONI
14 Novembre 2022
17:19

Canale di Corinto: l’istmo artificiale che ha richiesto 2500 anni di lavoro

Ci sono voluti 2.500 anni di lavori per realizzare il canale di Corinto, l’incredibile passaggio che collega in linea retta il Mar Egeo con il Mar ionio.
A cura di Clara Salzano
896 CONDIVISIONI
Il canale di Corinto tra Mar Egeo e Mar Ionio
Il canale di Corinto tra Mar Egeo e Mar Ionio

Fu l’imperatore romano Nerone nel I secolo d.C. ha iniziare la costruzione del canale di Corinto. Si tratta di un'istmo artificiale navigabile che collega il Mar Egeo col Mar Ionio. Oltre 12mila navi percorrono ogni anno questo alveo stretto tra alte pareti rocciose a picco. Il loro passaggio è uno degli attraversamenti su acqua più spettacolari al mondo e permette di risparmiare 321 chilometri di circumnavigazione che ci vorrebbero per superare le coste greche verso il Mar ionio.

Nel canale di Corinto
Nel canale di Corinto

Il Canale di Corinto è stato completato tra il 1881 e il 1893 ma l'idea di tagliare l'istmo per collegare la rotta tra il mar Ionio e il mar Egeo risale al VII secolo a.C, con il tiranno di Corinto Periandro, considerato uno dei sette saggi dell'antichità, che interrogò sull'argomento anche l'oracolo di Delfi. Ci sono voluti 2.500 anni di lavori per realizzare l'incredibile passaggio che collega in linea retta Kalamàki e Posidonia.

La linea retta che collega Kalamàki e Posidonia
La linea retta che collega Kalamàki e Posidonia

L'alveo artificiale, completamente racchiuso tra alte pareti rocciose, è caratterizzato da uno spettacolare percorso rettilineo lungo 6.343 metri, largo in media 22 metri e profondo 8 metri nel suo punto massimo e sponde alte anche 80 metri. Le sue dimensioni consentono quindi il passaggio solo di navi, commerciali e turistiche, medio-piccole (circa 10.000 t). Nel tempo sono state realizzate anche due strade carrabili che consentono l'attraversamento da terra del canale.

Tra le pareti rocciose del canale
Tra le pareti rocciose del canale

La costruzione ha richiesto molto tempo, considerando che l’imperatore romano Nerone nel I secolo d.C. a iniziare l’opera e lasciarla incompiuta, a causa di numerose frane che si sono verificate e alla difficoltà di lavorare su un territorio così particolare. L'ultima frana è stata registrata il 15 gennaio 2021 e ha richiesto al chiusura dell'istmo per ulteriori lavori. Il canale di Corinto è stato riaperto il 5 luglio 2022.

896 CONDIVISIONI
Nave da crociera nel canale strettissimo di Corinto: un'esperienza meravigliosa
Nave da crociera nel canale strettissimo di Corinto: un'esperienza meravigliosa
41.758 di ViralVideo
Per i bambini in classe meglio una lode che un rimprovero: lo dimostra uno studio americano
Per i bambini in classe meglio una lode che un rimprovero: lo dimostra uno studio americano
Trump promette alle donne di riportare i mariti a lavoro, come in un brutto film anni Cinquanta
Trump promette alle donne di riportare i mariti a lavoro, come in un brutto film anni Cinquanta
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni