Fabio Fognini onora il ruolo di favorito della vigilia e batte agevolmente l'australiano Jordan Thompson nei sedicesimi di finale del torneo Masters 1000 di Montecarlo. Il tennista sanremese – 34 anni il mese prossimo – ha chiuso il match in due set, col punteggio di 6-3/6-3, in un'ora e 22 minuti di gioco.

Troppo grande la differenza di classifica e talento tra l'italiano, numero 18 al mondo e 15 del seeding, e il suo avversario odierno, 27enne giocatore da veloce da lui già battuto nell'unico precedente. Fognini è volato via subito nel primo set, brekkando due volte Thompson e portandosi sul 3-0. Piccola pausa quando ha servito per chiudere la prima frazione sul 5-2 perdendo il servizio, ma poi ha subito rimesso le cose a posto nel game successivo per il 6-3 parziale.

Nessun problema anche nel secondo set, deciso da un solo break al quarto gioco e chiuso ugualmente 6-3 al primo match point, senza mai concedere all'australiano, numero 63 in classifica, alcuna palla break per recuperare. È la quinta volta in carriera che Fognini accede agli ottavi a Montecarlo, torneo che ha vinto due anni fa. Adesso lo attende il vincente del match, in programma più tardi, tra Krajinovic e Londero, con quest'ultimo che è entrato da lucky loser nella parte bassa del tabellone al posto del numero 2 Medvedev, costretto al forfait dalla positività al Covid-19.

Una bella oppurtunità per Fognini, che partirà largamente favorito con chiunque vinca, e spera di approfittare dell'autostrada apertasi in tabellone per replicare il cammino della fortunata edizione del 2019, quando sollevò il trofeo del vincitore sul centrale del Country Club.