Lo Sci italiano festeggia un'altra grande giornata storica. Sulle nevi svizzere di St. Moritz, le azzurre Sofia Goggia e Federica Brignone hanno infatti dato spettacolo chiudendo il supergigante di Coppa del Mondo con una doppietta indimenticabile. La ventisettenne bergamasca, già vincitrice della Coppa del Mondo di discesa libera nel 2018 e di due medaglie mondiali, ha infatti chiuso al primo posto la gara con il tempo di 1:12.96 centrando il suo settimo successo in una gara mondiale, il primo stagionale. Dietro di lei si è invece piazzata la milanese che ha terminato la sua gara ad un centesimo dalla compagna. Al terzo posto del podio è invece finita Mikaela Shiffrin a +0.13 dalla vincitrice.

Il precedente di 18 anni fa a St. Moritz

Meno fortunate invece le altre ragazze italiane in gara, che hanno terminato la loro prova con distacchi importanti dalla Goggia: Curtoni (+1'06"), Marsaglia (+1″27), Bassino (+1″51) e Delago (+1″86). Dopo il successo della stessa Bassino nel gigante di Killington dello scorso 30 novembre, il tricolore è dunque tornato sul podio di una gara di Coppa del Mondo e lo ha fatto a 18 anni esatti dalla precedente doppietta trionfale, sempre a St.Moritz, di Karen Putzer e Daniela Ceccarelli.

Il maltempo blocca lo slalom di Val d'Isère

A fare da contraltare alla gioia delle atlete azzurre, c'è invece l'ennesimo rinvio per gli uomini impegnati in Francia. A causa del maltempo e soprattutto del forte vento, lo slalom di Val d'Isère stato infatti annullato per la seconda volta. Dopo la decisione della giuria di rinviare per due volte la partenza della prima manche e di abbassare il punto della stessa di qualche decina di metri, si è giunti alla conclusione di cancellare la gara e rimandare la seconda gara stagionale di specialità, dopo quella vinta tre settimana fa da Henrik Kristoffersen, a data da destinarsi.