Dopo le due tappe iniziali in Qatar la MotoGP arriva in Europa. Nel week end i centauri della classe regina del Motomondiale saranno infatti di scena a Portimao per il GP del Portogallo, terzo round del Mondiale 2021. C'è grande attesa per il ritorno in pista dopo quasi nove mesi di assenza da parte dell'otto volte campione del mondo Marc Marquez, ma anche per il riscatto dell'altro plurititolato in griglia di partenza, vale a dire Valentino Rossi che ha cominciato malissimo la sua nuova avventura con i colori del Team Petronas.

Dopo il 12° posto nel GP del Qatar ed esser addirittura finito fuori dalla zona punti nel GP di Doha (il suo peggior risultato al traguardo in una corsa della top-class), il Dottore infatti non vede l'ora di tornare in pista in un circuito a lui più congeniale rispetto a Losail, teatro delle prime due prove stagionali. E il circuito di Portimao sembra essere proprio il tracciato più adatto per il riscatto del 42enne di Tavullia che si attende molto dalle tappe europee della MotoGP 2021. A rivelarlo è stato lo stesso nove volte iridato:

"Il circuito di Portimao è fantastico – ha detto infatti Valentino Rossi alla vigilia del GP del Portogallo –. È qualcosa di diverso da tutto il resto, ma dall'altra parte è molto difficile. È una pista per cui serve molto tempo per imparare e ogni volta che ci corri puoi migliorare qualcosa. Abbiamo trovato alcune nuove impostazioni sulla moto nel warm-up di domenica mattina del GP di Doha – ha poi aggiunto il pilota Petronas –, il che significa che in gara sono riuscito a mantenere un ritmo migliore ma siamo stati ostacolati dalla brutta posizione di partenza. Speriamo di poter essere più forti in questo terzo GP e di essere più competitivi – ha infine concluso il Dottore –, ma anche in Europa nel suo complesso: ci sono molte piste lì che sono buone per me".