Prosegue il periodo nero per Valentino Rossi. Il Dottore non è riuscito ad invertire la rotta neanche sulla pista amica di Jerez chiudendo il GP di Spagna in 17a posizione, chiudendo ancora una volta fuori dalla zona punti (è soltanto la seconda occasione nella sua lunga carriera che arriva al traguardo oltre il quindicesimo posto). Ma non solo. Nei giri finali della gara spagnola il 42enne di Tavullia infatti ha anche subito il primo sorpasso in MotoGP da parte del fratello Luca Marini che gli ha soffiato la sedicesima posizione.

Dopo la disastrosa qualifica che lo ha visto uscire di scena già nel Q1 e che gli è valsa soltanto la 17a casella in griglia, in gara Rossi non è riuscito a migliorare il suo feeling con la sua M1 mettendo a referto un'altra opaca prestazione dopo quelle collezionate nel finire della scorsa stagione e in avvio di questo Mondiale 2021: il pilota Petronas infatti parte male scivolando in 20a posizione per poi guadagnare qualche posizione a causa delle cadute di Alex Marquez, Alex Rins ed Enea Bastianini senza però riuscire mai ad entrare in zona punti.

Lontanissimo dal resto del gruppo nel finale al nove volte campione del mondo non resta altro che la lotta con il fratello Luca Marini per difendere quantomeno il primato "in famiglia". Ma anche in questo caso nessuna soddisfazione per Rossi che quando mancano pochissime tornate alla bandiera a scacchi si è visto superare dalla Ducati del team Avintia con il numero #10 sul cupolino di Marini che gli soffia la sedicesima posizione e per la prima volta in carriera riesce a tagliare il traguardo in una gara di MotoGP davanti al plurititolato fratello.