La Ferrari ha iniziato a macinare chilometri al Montmelò di Barcellona ma la prima giornata di test sulla pista spagnola è iniziata con qualche inconveniente per la Ferrari. Dopo aver percorso i 100 km concessi per il filming day di ieri, la squadra di Maranello avrebbe dovuto affidare al solo Sebastian Vettel il debutto ufficiale della nuova SF1000 ma un improvviso attacco influenzale ha costretto il tedesco a rinunciare alla prima giornata, motivo per cui la scuderia di Maranello ha deciso di sostituirlo con Charles Leclerc.

È stato quindi il monegasco ad entrare in azione per primo e a svolgere per intero il lavoro previsto per la prima giornata di prove, completando ben 132 tornate. Il team ha fatto sapere che il programma previsto per oggi è stato portato regolarmente a termine anche se, a fine giornata, ha fatto un certo effetto vedere la Ferrari fuori dalla top ten, con il 22enne di Monte Carlo soltanto 11° in classifica e un ritardo di 1,3 secondi dal leader Lewis Hamilton.

Leclerc: "È solo l'inizio"

In ogni caso, una “giornata positiva” secondo Charles. “Abbiamo fatto tutto il plan che era previsto per oggi, per cui può essere soltanto una giornata positiva – le parole di Leclerc al termine del day-1 – . Dal punto di vista della performance è ancora difficile dire esattamente dove siamo. Quest’anno abbiamo avuto un approccio un po’ diverso da quello della passata stagione, concentrandoci soprattutto sulla conoscenza di telaio, aerodinamica e motore prima di spingere al limite la vettura. Abbiamo imparato dallo scorso anno, da quanto accaduto dai test alla gara (nel 2019 era stato Vettel il migliore a Barcellona mentre a Melbourne, all’esordio del campionato, le due Ferrari erano rimaste fuori dal podio, ndr)” .

Charles Leclerc, 22 anni / Getty
in foto: Charles Leclerc, 22 anni / Getty

Difficile quindi parlare di prestazioni in questa fase, anche se Leclerc sembra avere già le idee chiare per quanto riguarda le sensazioni al volante. “Sicuramente i numeri dicono che abbiamo più carico aerodinamico e, anche in termini di feeling, oggi abbiamo fatto prove molto positive. Vedremo come andrà, oggi è solo l’inizio, c’è ancora margine di progressione, per noi e anche per gli altri. Siamo concentrati e proveremo ad avere la migliore macchina per la prima gara”.