Mancava solo l'ufficialità e adesso è arrivata anche quella. L'accordo tra Valentino Rossi e il team Petronas per il Mondiale della MotoGP 2021 è adesso ufficiale. Il prossimo anno dunque il Dottore, a 42 anni (che compirà il prossimo 16 febbraio), correrà ancora in MotoGP con il team satellite della Yamaha per affrontare dunque la sua 26a stagione nel Motomondiale, la 22a nella classe regina (due in 500cc e 20 in MotoGP).

Come anticipato da Fanpage.it il 41enne nove volte del mondo ha firmato con Petronas un contratto di un anno (e non 1+1 come paventato precedentemente). Saranno poi i risultati ottenuti nella prima parte della prossima stagione a decidere se questo binomio potrà proseguire anche nel 2022. Nel box della squadra malese Rossi porterà con sé il telemetrista Matteo Flamigni, il capotecnico David Munoz e il coach Idalio Gavira. Il suo compagno di box sarà invece l'amico e allievo della VR46 Academy Franco Morbidelli.

Formalizzato dunque l'accordo trovato tra team e pilota durante la scorsa settimana a Tavullia, nella sede di una delle aziende di proprietà di Valentino Rossi, che dista poco più di 10 chilometri dal circuito di Misano dove il Motomondiale ha fatto tappa per due settimane consecutive: prima per il GP di San Marino e della Riviera di Rimini e poi per il GP dell'Emilia Romagna. Tra i due week end di gara, il team principal della Petronas SRT, Razlan Razali si era infatti recato nel quartier generale della VR46 per mettere nero su bianco i termini di un accordo dalla lunghissima gestazione ufficializzato quest'oggi con l'annuncio fatto dal team satellite della Yamaha.