Il francese Quartararo ha vinto il GP di Portimao. Secondo Bagnaia, terzo Mir, poi Morbidelli. Ritirato Valentino Rossi. Buon ritorno di Marc Marquez che ha chiuso la gara al settimo posto. Quartararo bissa il successo di Losail e si conferma leader del campionato, ha quindici punti in più di Bagnaia.

Bagnaia rimonta da podio

Ha vinto in modo autoritario e ha festeggiato in stile Cristiano Ronaldo Quartararo, che si è imposto con quasi cinque secondi di vantaggio un'eternità per una gara della MotoGP. Bella gara pure di Pecco Bagnaia che ha conquistato un podio fantastico, lo ha ottenuto in rimonta, lo ha centrato grazie a uno splendido sorpasso sul francese Zarco, che si è ritirato, e ha sfruttato l'errore di Rins che cadendo ha vanificato una buona gara, e ha vinto il duello con il campione in carica Mir.

Le lacrime di Marquez

Ha dato dei buoni segnali anche Franco Morbidelli, molto penalizzato dalla sua moto nelle prime gare, che si è trovato a lottare per il podio e ha terminato al quarto posto. Una dozzina di punti sono un buon bottino e danno anche tanta fiducia. Sorride anche Marc Marquez che è tornato dopo quasi un anno in pista e dopo tanti interventi è riuscito a disputare un weekend intero. Sesto nelle Qualifiche, settimo in gara. Al termine del Gran Premio di Portimao, che ospiterà la Formula 1 tra due settimane, il nove volte campione del mondo si è messo a piangere. Comprensibile il suo stato d'animo.

Ritirato Valentino

Valentino Rossi invece si è trovato a battagliare con il fratello Luca Marini, un momento davvero bello pure quello. Rossi si è messo avanti, ma poi purtroppo poco dopo è caduto ed è stato costretto al ritiro. Per il ‘Dottore' è un avvio di stagione davvero disastroso.

L'ordine d'arrivo di Portimao: 1. Fabio Quartararo (Yamaha), 2. Francesco Bagnaia (Ducati), 3. Joan Mir (Suzuki), 4. Franco Morbidelli (Yamaha), 5. Brad Binder (KTM), 6. Aleix Espargarò (Aprilia), 7. Marc Marquez (Honda), 8. Alex Marquez (Honda), 9. Enea Bastianini (Ducati), 10. Takaaki Nakagami (Honda), 11. Maverick Vinales (Yamaha), 12. Luca Marini (Ducati), 13. Danilo Petrucci (KTM), 14. Lorenzo Savadori (Aprilia), 15. Iker Lecuona (KTM), 16. Miguel Oliviera (KTM).