Dopo due settimane di pausa, i piloti della classe regina del Motomondiale sono tornati in pista in Italia sul circuito di Misano Adriatico per la prima sessione di prove libere del GP di San Marino e della Riviera di Rimini, sesto appuntamento del Mondiale 2020 della MotoGP, primo dei due consecutivi in programma sul circuito intitolato a Marco Simoncelli.

A piazzare il miglior tempo nelle prime libere del primo week end di Misano è stato il pilota spagnolo Maverick Vinales che con la Yamaha ufficiale nel suo miglior giro lanciato ha fermato il cronometro sull'1:32.198 precedendo di oltre mezzo secondo l'alfiere della Yamaha Petronas Fabio Quartararo. Terzo tempo per il pilota dell'Aprilia Aleix Espargarò  (+0.751 dal leader della sessione) che ha preceduto il transalpino del team Ducati Avintia Johann Zarco (+0.983), il compagno di squadra Bradley Smith (+1.046), lo spagnolo della Suzuki Joan Mir (+1.299) e l'australiano Jack Miller (+1.304) sulla Ducati del team Pramac.

Undicesima l'altra Yamaha ufficiale in pista, quella di Valentino Rossi che chiude con l'undicesimo tempo della sessione (+1.497 dal tempo del compagno di squadra Vinales) preceduto anche dai piloti del team LCR Honda Cal Crutchlow (8°, +0.345) e Takaaki Nakagami (10°, +1.456) tra i quali si è piazzato Pol Espargarò (9°, +1.371). Dietro al Dottore gli altri italiani: Franco Morbidelli (12°),  Andrea Dovizioso (14°) che ha avuto problemi all'elettronica della sua Desmosedici e costretto a girare poi con la seconda Ducati portata al box per questo GP di San Marino, Danilo Petrucci (17°) e  Pecco Bagnaia (18°) al rientro in pista dopo l'infortunio alla tibia che lo ha tenuto fuori per oltre un mese.