Il Mondiale 2020 di MotoGP non è ancora cominciato e già in pista ci sono le prime scintille tra i piloti. Nei secondi finali della terza sessione di prove libere del GP di Spagna sul circuito di Jerez de la Frontera, gran premio d'esordio della nuova stagione della classe regina del Motomondiale, Alex Rins si è imbattuto nel codone della Honda del campione in carica Marc Marquez  obbligandolo a rinunciare al suo giro lanciato. Questo episodio non ha consentito al pilota Suzuki di tentare il tempo per entrare tra i migliori 10 e quindi direttamente in Q2 nelle qualifiche del pomeriggio.

Alex Rins in pista non ha nascosto la sua frustrazione in maniera abbastanza visibile prendendosela con il plurititolato connazionale (che però non sembra essersi accorto della sua presenza).  La MotoGP ha avviato un'indagine sull'episodio ma, dopo aver parlato con entrambi, la Direzione Gara ha deciso di non sanzionare Marc Marquez, in quanto il campionissimo della Honda ha evidenziato il fatto di esser stato costretto a rallentare tra curva 4 e curva 5 del tracciato di Jerez perché  proprio in quel momento erano state esposte le bandiere gialle.