Il coronavirus continua a condizionare il Motomondiale 2020. Valentino Rossi, risultato positivo al Covid-19, non prenderà parte al week end del GP di Aragon della MotoGP, ma non è l'unico pilota a non poter scendere in pista a causa del contagio. Nonostante sia risultato negativo al tampone, infatti, anche il pilota italiano di Moto3 Tony Arbolino potrà scendere in pista al Motorland di Aragon perché posto in isolamento.

Il centauro milanese infatti salterà il GP di Aragon anche se negativo al Covid. Il 20enne del team Snipers ha per raggiungere la Spagna ha viaggiato in aereo con una persona risultata positiva, all'arrivo nel paddock Arbolino è stato sottoposto al test che ha dato esito negativo. Nonostante ciò però, essendo considerato contatto diretto del passeggero risultato positivo, come da protocollo sanitario è stato precauzionalmente messo in isolamento e dunque sarà costretto a saltare la prima gara al Motorland (si bisserà la prossima settimana con il GP di Teruel), così come Valentino Rossi.

In questi mesi la Dorna, orgaanizzatrice del Motomondiale, ha effettuato circa 18 mila test riscontrando una ventina di positività. Valentino Rossi è il terzo pilota positivo, dopo Matteo Bertelle (Rookies’ Cup) e Jorge Martin (Moto2), gli altri sono soprattutto addetti ai lavori e tecnici. Non è la prima volta che qualcuno è costretto a dare forfait ad un week end di gara per aver avuto contatti con una persona risultata positiva (basta pensare ai tecnici Yamaha rimasti bloccati ad Andorra nello scorso week end), ma è Tony Arbolino è il primo pilota che pur essendo negativo al tampone non può scendere in pista a causa del coronavirus.