In fiamme il museo della motocicletta "più alto" d'Europa. L'incendio scoppiato nella notte nel museo che si trova sul versante austriaco del Passo del Rombo al confine con l'Italia ha ridotto in cenere oltre 200 tra moto e sidecar di interesse storico presenti al suo interno.

Nonostante l'intervento quasi immediato dei vigili del fuoco che fino alla tarda mattinata di oggi sono stati impegnati a sedare le fiamme con gli estintori, non è stato possibile salvare l'immenso tesoro a due ruote contenuto all'interno dell'edificio. Quando sono arrivati ​​i pompieri, infatti, il soffitto sospeso del museo era già in fiamme. Poco dopo, il rogo si è esteso all'intero museo che si trova ad un'altitudine di oltre 2000 metri. Ben 100 i pompieri che grazie al loro intervento hanno evitato che le fiamme si propagassero nell'adiacente stazione a valle della funivia o al vicino ristorante.

Secondo le prime informazioni, non ci sono feriti.  Poco chiara la causa dell'incendio divampato nella notte. A tal proposito la polizia austriaca è tuttora sul posto per indagare sull'accaduto e capire se si tratti o meno di un incendio doloso.

Per gli operatori e tutti gli appassionati di motociclette questo incendio giunge come una pugnalata al cuore. Su circa 3000 metri quadrati, il museo, inaugurato nel 2016 e divenuto immediatamente una delle mete turistiche preferite dalla maggioranza dei centauri europei, presentava infatti oltre 230 motociclette storiche di oltre 100 produttori diversi, oltre ad alcune rarità automobilistiche. Un vero e proprio patrimonio storico che secondo alcuni testimoni presenti sul luogo è andato completamente perso nell'incendio di questa notte.