Il campionato Mondiale 2020 di Formula 1 è ancora una volta minacciato dalla diffusione su scala globale del Coronavirus (qui gli aggiornamenti in tempo reale con le ultime notizie sull’emergenza sanitaria in Italia e nel resto del mondo). Dopo la cancellazione del GP d’Australia a poche ore dalla prima sessione di prove libere e il rinvio delle successive tappe in Bahrain, Vietnam e Cina, non si ha ancora certezza di quando e se la nuova stagione prenderà il via. I vertici della Formula 1 stanno cercando delle soluzioni per far sì che il Mondiale si svolga regolarmente, ma ancora ci sono tanti dubbi. L’ultimo, in ordine cronologico, arriva direttamente da Baku dove il prossimo 7 giugno si dovrebbe disputare il GP dell’Azerbaijan.

Coronavirus, F1: GP d’Olanda, Spagna e Montecarlo prossimi al rinvio

Con il GP d’Olanda del 3 maggio (ad oggi ancora il primo appuntamento non modificato rispetto al calendario originale), il GP di Spagna (10 maggio) e quello di Montecarlo (24 maggio) a serio rischio dato l’estendersi a macchia d’olio su tutto il Vecchio Continente del CoVid-19, e con il Ceo di Liberty Media Chase Carey che già sta discutendo con gli organizzatori dei tre gran premi per un eventuale spostamento in avanti degli eventi, proprio la gara di Baku sembrava avere le carte in regola per aprire il campionato Mondiale 2020.

Anche GP di Baku rischia di saltare: visti cancellati per alcuni giornalisti

E invece anche dallo stato azero non arrivano buone notizie. Alcuni giornalisti sportivi già accreditati per l'appuntamento di Baku, infatti, stanno vedendo cancellati senza preavviso i propri visti dal Governo dell'Azerbaigian, nonostante questi siano stati approvati molto tempo fa. Questo, come riporta l’edizione online del quotidiano spagnolo Marca, è il caso dell’inglese Phillip Horton, ma anche di alcuni tifosi che avevano già prenotato il volo per assistere dal vivo alla gara del 7 giugno.

Altri dubbi sul GP dell’Azerbaijan: si parte dal Canada?

Questo episodio, arrivato a pochi giorni di distanza dalla cancellazione della tappa conclusiva della Coppa del Mondo di Ginnastica Artistica che si sarebbe dovuta tenere proprio a Baku lo scorso fine settimana (alla quale avrebbero dovuto prendere parte anche le nostre atlete Vanessa Ferrari e Lara Mori), arriva dunque come un ulteriore segnale della volontà del Paese azero di chiudere i propri confini, decisione questa che, se effettivamente presa, metterebbe in discussione la possibilità di correre il Gran Premio di F1. Se ciò dovesse accadere l’inizio del Mondiale potrebbe slittare addirittura al week end del 14 giugno, quando il Circus dovrebbe essere di scena in Canada sul circuito intitolato a Gilles Villeneuve, sperando che in Nord America a quel punto il virus sia stato debellato.

Il nuovo calendario della Formula 1 2020 ad oggi

3 maggio – GP d’Olanda
10 maggio – GP di Spagna
24 maggio – GP di Monaco
7 giugno – GP dell’Azerbaijan
14 giugno – GP del Canada
28 giugno – GP di Francia
5 luglio – GP d’Austria
19 luglio – GP di Gran Bretagna
2 agosto – GP d’Ungheria
30 agosto – GP del Belgio
6 settembre – GP d’Italia
20 settembre – GP di Singapore
27 settembre – GP di Russia
11 ottobre – GP del Giappone
25 ottobre – GP degli Stati Uniti
1 novembre – GP del Messico
15 novembre – GP del Brasile
29 novembre – GP di Abu Dhabi

Da stabilire: GP della Cina, GP del Bahrain, GP del Vietnam (rinviati)