Charles Leclerc, 22 anni – LaPresse
in foto: Charles Leclerc, 22 anni – LaPresse

La Scuderia Ferrari ha ufficializzato questa mattina il prolungamento del contratto con Charles Leclerc. Il 22enne pilota monegasco, che sotto l’albero di Natale vorrebbe una “Ferrari super competitiva per vincere il Mondiale”, per adesso ha la certezza di un ingaggio che lo terrà legato alla Scuderia fino almeno al 2024. Un annuncio che arriva nel giorno dell’antivigilia, con annesso ritocco all’insù dello stipendio che, secondo quanto si vocifera, sarebbe il triplo di quello attuale, vale a dire circa 9 milioni di euro a stagione.

Charles: "Non vedo l'ora di ricominciare"

Leclerc si lega dunque a doppio filo con la Ferrari: “Sono molto felice di continuare a fare parte della Scuderia – dice Charles – . Correre nel 2019 per la squadra più illustre della Formula 1 è stato per me un anno da sogno. Non vedo l’ora di godermi un rapporto ancora più profondo con la squadra dopo quella che è stata una stagione intensa e emozionante. Sono curioso di vedere cosa riserva il futuro e non vedo l’ora di ricominciare la prossima stagione”.

La durata dell’accordo è assolutamente inusuale. Una decisione che i vertici di Maranello hanno voluto anticipare per chiudere definitivamente ogni gioco di mercato attorno a Leclerc che, durante l’autunno, pare sia stato avvicinato dalla Mercedes. Ma soprattutto per costruire un ciclo vincente – di “stabilità e serenità” le parole usate dall’amministratore delegato della Ferrari, Louis Camilleri, in occasione della cena di Natale a Maranello – attorno a un talento cristallino come il suo.

Del resto, la prima stagione di Leclerc con la Rossa, nonostante qualche errore di inesperienza e i contrasti con Sebastian Vettel sfociati nello scontro in Brasile, ha lasciato ben pochi dubbi alla Scuderia: sette pole e dieci podi, comprese le due vittorie di Spa e Monza che, malgrado non siano stati sufficienti a garantire il terzo posto iridato (alla fine andato nelle mani del pilota Red Bull Max Verstappen) hanno comunque permesso a Charles di chiudere il campionato davanti al compagno di squadra, battuto di 24 punti iridati. Un investimento a lungo termine ufficializzato oggi dalla Ferrari, sicura di poter costruire con il monegasco un futuro solido e di successo.