408 CONDIVISIONI
13 Giugno 2022
13:58

Usain Bolt da calciatore è immarcabile: Carragher e Neville impazziscono dopo soli 8 minuti

In occasione del Soccer Aid momenti esilaranti in campo, con Usain Bolt protagonista di scatti e situazioni che hanno confermate il suo strapotere fisico. In grande difficoltà i difensori avversari.
A cura di Marco Beltrami
408 CONDIVISIONI

Il Soccer Aid 2022 si è rivelato un successo. Al di là dello spettacolo e del divertimento in campo per la sfida amichevole tra la squadra del Resto del Mondo e la rappresentativa formata dalle grandi glorie del calcio inglese e personaggi famosi, l'evento benefico nato nel 2006 ha ottenuto il suo obiettivo. Grazie al match infatti sono state raccolte ben 15 milioni di sterline per l'UNICEF. Una somma che sarà devoluta alle organizzazioni che stanno aiutando l'Ucraina sconvolta dalla guerra. Applausi dunque per tutti, a prescindere dal risultato. Certo però non sono mancati sul terreno di gioco i momenti esilaranti, come spesso accade in queste situazioni.

L'amichevole dunque si è rivelata emozionante, con il Rest of the World XI di Usain Bolt che ha battuto l'XI inglese ai rigori. Nei tempi regolamentari, la formazione composta da atleti e personaggi dello spettacolo si era portata avanti con l'influencer Noah Beck, prima di essere raggiunta dall'ex calciatore e volto noto della TV Mark Wright su calcio di rigore. Il team Inghilterra si è poi ritrovato avanti grazie alla rete del musicista Tom Grennan, con la star dei reality Kem Cetinay che ha infine fissato il risultato sul 2-2. Così il confronto è proseguito ai rigori, dove gli errori di Grennan e del comico Russell Howard hanno spianato la strada al successo del Resto del Mondo.

Tante nel corso del match le situazioni particolari, favorite dal bellissimo clima in campo e sugli spalti con tutti a remare nella stessa direzione per cercare di contribuire ad una giusta causa. Una delle situazioni più particolari è stata quella che ha visto protagonista il leader della squadra del Resto del Mondo, ovvero il re della velocità Usain Bolt. L'ex velocista giamaicano, primatista mondiale dei 100 metri piani, dei 200 metri piani e della staffetta 4×100 metri ha dato filo da torcere alla difesa avversaria e a due "mastini" come Gary Neville e Jamie Carragher, ex baluardi rispettivamente di Manchester United e Liverpool.

L'uomo più veloce del mondo, che dopo la carriera nell'atletica ha provato a sfondare senza troppa fortuna anche nel calcio, si è rivelato un avversario molto ostico per il reparto arretrato inglese. Bolt che proprio nello stadio di Londra ha vinto tre medaglie, si è presentato in grande forma: velocissimo, ha dato dimostrazione a più riprese di uno strapotere fisico rispetto ai poveri ex calciatori che già all'apice della loro carriera non si sono contraddistinti per la rapidità, ma per senso della posizione, attenzione, grinta ed esperienza. In più di un'occasione sia Neville che Carragher sono andati in difficoltà, con i tifosi che si sono scatenati sui social.

Bolt immarcabile, Carragher costretto agli straordinari
Bolt immarcabile, Carragher costretto agli straordinari

Una scena in particolare è diventata virale sui social. Uno scatenato Bolt si è reso protagonista già dopo soli 8′ di gioco di un cambio di ritmo impressionante e sembrava aver lasciato sul posto l'attuale opinionista TV Carragher. Fortunatamente il giamaicano non ha controllato la sfera, con l'ex Reds che è ha sfruttato l'inconveniente dell'avversario per contrastarlo. Subito dopo lo scampato pericolo, ecco che le telecamere hanno inquadrato Carragher che si è lasciato andare ad un sospiro di sollievo, con il labiale inequivocabile a testimoniare la partita difficile che attendeva lui e i suoi compagni di reparto: "F*cking Hell" (ovvero "E che ca**o").

408 CONDIVISIONI
La Raducanu vive un incubo senza fine: il suo ultimo match dura soli 33' minuti
La Raducanu vive un incubo senza fine: il suo ultimo match dura soli 33' minuti
La rivincita di Martina Trevisan: dalla lotta contro l'anoressia alla storia del tennis italiano
La rivincita di Martina Trevisan: dalla lotta contro l'anoressia alla storia del tennis italiano
992.349 di Storie di Sport
Cosa vince l'Italia se vince la Finalissima contro l'Argentina: nessun ripescaggio ai Mondiali
Cosa vince l'Italia se vince la Finalissima contro l'Argentina: nessun ripescaggio ai Mondiali
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni