Suning non cederà l'Inter. Il presidente Steven Zhang tramite un comunicato ufficiale ha smentito categoricamente l'ipotesi di cessione della società nerazzurra acquistata nel 2016 dal Gruppo Suning di cui la sua famiglia è proprietaria. Dopo le indiscrezioni uscite sulla stampa che ipotizzavano una possibile uscita di scena del colosso cinese è arrivato il chiarimento dal numero uno del club meneghino:

"In merito ad alcune speculazioni pubblicate in data odierna, con particolare riferimento alle ipotesi di cessione di FC Internazionale Milano – si legge nella nota diffusa sul sito ufficiale dell'Inter -, il presidente Steven Zhang smentisce categoricamente quanto erroneamente riportato e precisa che si tratta di notizie prive di ogni fondamento".

Il chiarimento da parte del Presidente nerazzurro si è reso necessario alla luce delle insistenti voci venute fuori nella giornata di oggi in merito alla volontà del Gruppo Suning di cedere l'intero pacchetto di maggioranza della società nerazzurra. Nessuna smentita invece sul "tesear" confidenziale relativo all'Inter che sta circolando tra gli investitori (un documento di sintesi che di norma viene fatto circolare negli ambienti dell'alta finanza quando si è alla ricerca di soci o nuovi investitori).

Essendo stata smentita soltanto un'ipotetica cessione del club dunque appare confermato il mandato affidato alla banca d'affari Rothschild per cercare nuovi soci che sostituiscano Lion Rock (il fondo che ha il 31,05% delle quote) o nuovi finanziatori anche in vista dell'imminente rifinanziamento necessario per i due bond complessivi (ovvero i titoli di debito) da 375 milioni in scadenza nel 2022 e da rifinanziare.