Vincenzo Spadafora, ministro per le politiche giovanili e lo sport, ha affrontato nuovamente il tema riguardante il calcio, la Serie A e la prosecuzione del massimo campionato italiano per via dell'emergenza sanitaria. A ‘Che Tempo che fa', ospite di Fabio Fazio, Spadafora ha anche affrontato l'argomento Cristiano Ronaldo con cui, nel corso della settimana, ci sono state diverse discussioni per via del presunto protocollo violato dal fuoriclasse portoghese con tanto di risposta in diretta Instagram da parte dello stesso numero #7 della Juventus che ha negato ogni tipo di violazione.

Spadafora ha comunque voluto confermare come il campionato per ora non sarà sospeso nonostante abbia evidenziato come il protocollo non sia comunque stato rispettato. I malumori di Spadafora sono rappresentati soprattutto dalle bolle vigenti in Italia a suo dire inefficaci e discutibili. Ma soprattutto, a proposito di Cristiano Ronaldo, Spadafora ha parlato di un'indagine aperta da parte della Procura di Torino proprio in virtù del fatto che il giocatore avrebbe violato il protocollo.

Spadafora a ‘Che tempo che fa': "Il campionato non sarà sospeso. Indagine nei confronti di Cristiano Ronaldo"

Vincenzo Spadafora ha dunque toccato diversi punti nell'intervista in studio da Fabio Fazio, ospite a ‘Che tempo che fa'. In primis, i dubbi sulla prosecuzione del campionato di Serie A nel bel mezzo di una pandemia: "Campionato sospeso? No, in questo momento non abbiamo valutato la sospensione del campionato – ha spiegato Spadafora che ha però evidenziato come qualcosa non abbia funzionato nel protocolloIl protocollo non è stato rispettato, non ha funzionato come doveva. A livello internazionale si sono create delle vere bolle, le nostre sono state discutibili".

Inevitabile non parlare di Cristiano Ronaldo che ha risposto a tono ai dubbi di Spadafora circa il fatto che il giocatore avesse violato il protocollo in occasione della sosta per le nazionali. "Cristiano Ronaldo? Non ci siamo sentiti, se vogliamo dirla così – ha proseguito SpadaforaCon tutto il rispetto, c’è stato un episodio spiacevole: checché se ne dica all’andata ha violato il protocollo".

Sul discorso Cristiano Ronaldo, Spadafora ha poi concluso: "È un dato di fatto perché c’è un’indagine aperta dalla procura di Torino. Juventus-Napoli? Sentenza che non discuto, ma è maturata nell’ambito di una situazione che ha diverse anomalie".