28 Dicembre 2021
11:20

“Sono il ragazzo della foto che hai scattato con Messi”: lo ha cercato per 15 anni, ora si rivela

Una mattina è arrivato un messaggio su WhatsApp, non ci poteva credere: era lui. Un’attesa durata 15 anni.
A cura di Paolo Fiorenza

Lo ha cercato per 15 anni, riproponendo periodicamente quell'appello sui social: "Mi chiamo Cecilia e sto cercando questo ragazzo. Questa foto è stata scattata nel dicembre 2006 a Canale 3, un giorno in cui Messi è venuto a registrare un'intervista. Questo ragazzo è arrivato con suo padre in moto e il padre mi ha chiesto di fargli una foto, erano di Pérez. Se qualcuno lo conosce, ditegli che ho conservato la foto fino ad oggi per dargliela un giorno, abito a Chañar Ladeado e il mio numero di telefono è…".

Una storia in cui calcio e devozione, ricerca e perseveranza, si fondono, con un lieto fine arrivato qualche giorno fa. Cecilia Núñez ora sa che quel ragazzo paffutello si chiama Brian ed ha potuto finalmente consegnargli l'agognata foto. È la stessa donna argentina a raccontare a TN l'intera vicenda, fin dall'inizio: "Ero una tifosa di Messi e lui il 23 dicembre 2006, approfittando del fatto che era a Rosario per trascorrere le vacanze, è andato a rilasciare un'intervista a Canale 3. Quando è uscito eravamo circa 15 persone in attesa. Oggi sarebbe pieno, ma a quel tempo non eravamo così tanti, quindi è stato più divertente perché siamo riusciti ad avvicinarci. Ha abbassato il vetro della macchina, ho parlato con lui e gli ho chiesto di farci una foto assieme. Poi ho dato la macchina fotografica a mia sorella e le ho detto di farmi delle foto accanto a Messi con mio figlio di 11 mesi".

Leo Messi nel 2006 a 19 anni
Leo Messi nel 2006 a 19 anni

A quel punto entra in gioco Brian con suo padre: "Un uomo che era arrivato in moto con un bambino si avvicina e mi dice: ‘Ti chiedo per favore: puoi fare una foto a mio figlio con Messi?'. Dico di sì, è lì è venuta fuori la foto. Il ragazzo è ritratto a torso nudo perché si era tolto la maglia e l'aveva data a Messi per farsela firmare. Poi quanto ho sviluppato il rullino e ho visto quella foto, mi sono resa conto che non ho mai chiesto un'informazione al padre o al figlio. Nonostante già ci fossero i social, non era come oggi, quindi non sapevo cosa fare fino a quando non ho pubblicato un post su Facebook con un messaggio in cui riassumevo quello che era successo e per molto tempo non ho avuto alcuna risposta".

Cecilia tuttavia non si è arresa: "Ho taggato le persone in modo che il post fosse condiviso e iniziasse a circolare e loro o qualcuno che li conosceva lo vedessero. E ogni anno, quando Facebook mi ricordava la foto, la ripubblicavo e facevo nuovamente l'intero giro. Ho solo aggiunto: ‘Ti sto ancora cercando', ma niente, non è si è fatto vivo. Fino a quando sono stato incoraggiata a condividerlo su un sito web della città di Pérez, per vedere se potevano aiutarmi, perché anche mio figlio era indignato perché non riuscivo a trovare il proprietario della foto! Lì ho scritto loro, raccontato la storia e ho chiesto il loro aiuto".

A quel punto dopo 15 anni è successo il ‘miracolo': "I ragazzi hanno pubblicato la storia sul sito e ci hanno messo il mio numero di telefono. Sono andata a lavorare, sono tornata a casa molto tardi e sono andata a dormire. La mattina dopo il telefono ha squillato e ho pensato che ora che avevano pubblicato il mio numero avrebbero iniziato a darmi fastidio, ma ho preso il telefono e ho visto un messaggio che diceva: ‘Ciao, io sono il ragazzo della foto con Messi che hai scattato'. Quasi muoio! Gli ho risposto subito: ‘Ti cercavo da anni', l'ho chiamato e lì ho svegliato i miei ragazzi, ho detto loro che l'avevo trovato, ero molto emozionata. Dopo un po' il ragazzo ha pubblicato la nostra conversazione e la storia è diventata virale".

La fine della storia è in un'altra foto, quella dell'incontro tra i due: "Mi ha detto che si chiama Brian e ci siamo dati appuntamento a Rosario: all'incontro siamo stati felici entrambi. Lui perché ha avuto la sua foto con Messi e io perché finalmente l'ho trovato e ho potuto dargliela". Chissà cosa ne penserà il buon Leo, vedi mai che si unisca alla carrambata…

Cazzaniga ora è pieno di ragazze, lo hanno contattato a decine: "Ma non mi fido più delle donne"
Cazzaniga ora è pieno di ragazze, lo hanno contattato a decine: "Ma non mi fido più delle donne"
Caicedo diventa "traditore" nazionale per colpa di una foto: non gliel'hanno perdonata
Caicedo diventa "traditore" nazionale per colpa di una foto: non gliel'hanno perdonata
Prima del GP di Miami è stata scattata una delle foto più iconiche nella storia dello sport
Prima del GP di Miami è stata scattata una delle foto più iconiche nella storia dello sport
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni