Mentre lavora per monetizzare al massimo la cessione di Hakimi, con PSG e Chelsea a battagliare a colpi di rilanci partendo da una base d'asta di 60 milioni, l'Inter pensa ovviamente anche a non indebolire la rosa a disposizione del nuovo tecnico Simone Inzaghi. In primis il sostituto a destra della freccia marocchina: oggi è andato in scena un incontro tra la dirigenza nerazzurra e l'agente di Emerson Royal, 22enne laterale brasiliano riscattato dal Barcellona dopo il biennio al Betis.

Altri due nomi sul tavolo di Ausilio e Marotta sono l'esterno sinistro Emerson Palmieri ed il difensore centrale Andreas Christensen, che potrebbero arrivare dal Chelsea proprio nell'ambito dell'operazione Hakimi, anche se il nome più vicino a sinistra sembra essere quello di Filip Kostic. A centrocampo la pista più calda porta a Nahitan Nandez. Il 25enne nazionale uruguaiano può entrare nella trattativa che il Cagliari sta portando avanti per far rimanere in Sardegna Radja Nainggolan: il nome spuntato nelle ultime ore per trovare la quadra dell'affare è quello di Federico Dimarco, tornato all'Inter dopo il prestito al Verona. L'obiettivo del club nerazzurro è portarsi a casa Nandez senza sborsare un euro: a tale scopo potrebbero entrare nello scambio anche alcuni giovani dirottati al Cagliari.

Se questi nomi sono quelli più di cartello, non meno importanti per Simone Inzaghi sarebbero gli arrivi di due suoi fedelissimi alla Lazio, che il tecnico ha chiesto ad Ausilio e Marotta: si tratta di Stefan Radu e Felipe Caicedo, rispettivamente 34 e 32 anni. Due giocatori esperti ed affidabili che potrebbero completare alla perfezione rispettivamente la difesa e l'attacco dell'Inter.

Radu nelle idee dell'ex allenatore biancoceleste sarebbe il ricambio ideale di Bastoni sul centrosinistra della retroguardia, Caicedo l'arma ad altissima efficacia per spaccare le partite subentrando dalla panchina, come dimostra la sterminata casistica al riguardo in maglia Lazio. Il difensore rumeno è sicuramente più agevole da contrattualizzare, essendo svincolato ed accontentandosi di un basso ingaggio. Un po' più complesso arrivare all'attaccante ecuadoriano, visto che in quel caso bisognerà trattare con Lotito, avendo Caicedo ancora un anno di contratto residuo. E dopo il ‘tradimento' di Inzaghi probabilmente il presidente biancoceleste non sarà disposto a fare favori né a lui né all'Inter. Ma si sa, il mercato guarisce qualsiasi ferita.