103 CONDIVISIONI
14 Gennaio 2022
23:10

Scorrettezza, pugni e parapiglia: tra Gabon e Ghana si scatena l’inferno

Brutta pagina in Coppa d’Africa con un finale incandescente tra Ghana e Gabon. Tutto è nato da un gesto antisportivo, e sono volati anche colpi proibiti.
A cura di Marco Beltrami
103 CONDIVISIONI

Prima, durante e dopo Gabon-Ghana è successo davvero di tutto. Il match valido per la seconda giornata della Coppa d'Africa è stato contraddistinto sin dall'immediata vigilia da un colpo di scena relativo all'assenza di Aubameyang, Meyé e l'ex Juventus Lemina per quanto evidenziato dai controlli post-Covid. Lesioni cardiache per i 3 gabonesi, che ora dovranno restare ai box per non correre rischi. Nonostante le assenze pesanti le Panthers sono comunque riuscite poi durante in 90′ a giocare alla pari con gli avversari, strappando il pareggio in extremis. E dopo il fischio finale si è scatenato un vero e proprio parapiglia.

Grande intensità in questo match che è stato sbloccato da uno dei protagonisti annunciati della Coppa d'Africa, ovvero André Ayew, autore del gol del vantaggio del Ghana. Un bel tiro da fuori che ha permesso all'ex Olympique Marsiglia di tagliare un traguardo importante: si tratta per lui della sesta competizione continentale con almeno una rete all'attivo. Le cose sembravano essersi messe in discesa per the black stars, che invece hanno dovuto incassare nel finale la doccia fredda del pareggio.

All'88' infatti l'attaccante che milita nel Clermont Jim Allevinah ha realizzato l'1-1, che fa fare un bel passo in avanti al Gabon. Facile immaginare gli stati d'animo diametralmente opposti tra le due formazioni: alle stelle i gabonesi, molto delusi i ghanesi. Questi ultimi però hanno dovuto fare i conti anche con un eccesso di rabbia, proprio per l'azione del pareggio avversario. Tutto è nato dalla classica situazione controversa: un giocatore del Ghana era a terra e un suo compagno ha calciato fuori la sfera per permette l'ingresso dei sanitari. Il Gabon invece di restituire la palla dopo ha continuano a giocare, e ha firmato l'1-1.

Ecco allora che in campo è successo di tutto. L'allenatore del Gabon Patrice Neveu ha esultato con troppa veemenza, per la panchina avversaria e Ayew si è scagliato contro di lui, prima di essere bloccato da alcuni compagni e addetti ai lavori. In mezzo al campo invece si è sfiorata la rissa. I calciatori delle due squadre sono entrate in rotta di collisione e non sono mancati i colpi proibiti. Il ghanese Benjamin Tetteh ha colpito con un pugno un avversario, che è caduto sul terreno di gioco. Dopo qualche minuto di grande tensione, l'arbitro è riuscito a riportare la situazione alla normalità espellendo Tetteh. Non sono da escludere altri provvedimenti disciplinari nei confronti di altri calciatori. Una serata chiusasi nel peggiore dei modi.

103 CONDIVISIONI
Stupro di giovani calciatori in Gabon: la Fifa apre ufficialmente un'indagine
Stupro di giovani calciatori in Gabon: la Fifa apre ufficialmente un'indagine
Djokovic prigioniero in Australia, scoppia il parapiglia: "Lasciatelo o vi combattiamo in strada"
Djokovic prigioniero in Australia, scoppia il parapiglia: "Lasciatelo o vi combattiamo in strada"
L'inferno di Mendy, trasferito in un carcere più duro: "Urleranno il suo nome e non dormirà"
L'inferno di Mendy, trasferito in un carcere più duro: "Urleranno il suo nome e non dormirà"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni