Il Bologna espugna il campo della Roma e ottiene la terza vittoria consecutiva. Impresa della formazione di Mihajlovic che approfitta delle distrazioni dei giallorossi, in serata no e visibilmente nervosi. Orsolini e una doppietta del super Barrow stendono Fonseca. Inutile la rete di Mkhitaryan dopo l’autogol di Denswil, per i capitolini che finiscono in 10 per il rosso a Cristante. Il Bologna sale al 6° posto a 6 punti proprio dalla Roma

Avvio super del Bologna, nel segno di Orsolini e Barrow

Dimesso stamane dall'Istituto di Ematologia Seragnoli, Sinisa Mihajlovic è tornato in panchina affidandosi dal ‘1 al neoacquisto Barrow nei tre alle spalle di Palacio. Fonseca senza lo squalificato Pellegrini punta su Mkhitaryan e Perotti, con Under alle spalle di Dzeko, e Kluivert out. L'avvio di partita è tutto di marca rossoblu e non è un caso che al quarto d'ora arrivi il vantaggio di Orsolini protagonista di un ottimo inserimento, favorito da un errore di Smalling in serata no. Gli emiliani vanno anche vicino al raddoppio, ma capitolano sulla sfortunata deviazione nella sua porta di Denswil che riporta in parità la Roma. Non c'è un attimo di sosta, e i rossoblu approfittano ancora della difesa capitolina più distratta del solito per tornare avanti con uno scatenato Barrow.

Barrow fa doppietta. Sciocchezza di Cristante che vanifica i tentativi di rimonta della Roma

Nella ripresa il copione della gara inizialmente non cambia: la reazione della Roma non arriva, con la squadra di Fonseca che invece presta il fianco alla velocità dei rossoblu. Ne approfitta subito Barrow che s'invola dalla trequarti, si libera con una finta di Mancini e batte ancora Pau Lopez per il 3-1. Roma molto nervosa con Kolarov che, contestato dai tifosi, risponde per le rime dando il la ad un botta e risposta continuo. Fonseca prova a cambiare le carte in tavola inserendo Peres e il neoacquisto Perez al posto di Santon e Under, e i capitolini (che si vedono negare un possibile rigore dal Var che evidenzia un precedente fuorigioco) iniziano ad attaccare a testa bassa. Un atteggiamento che viene premiato al 72′ quando Mkhitaryan sfrutta un assist al bacio di Bruno Peres. I tentativi di rimonta della squadra di casa vengono però frenati dall'ingenuità di Cristante che entra con i tacchetti spianati su Orsolini e viene espulso.

Tabellino Roma-Bologna 2-3

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Santon (61′ Peres), Mancini, Smalling, Kolarov; Cristante, Veretout (79′ Kalinic); Ünder (57′ Perez), Mkhitaryan, Perotti; Dzeko. All. Fonseca
BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Bani, Denswil; Schouten, Svanberg (73′ Dominguez); Orsolini (81′ Skov Olsen, Soriano, Barrow (86′ Juwara); Palacio. All. Mihajlovic
Ammoniti: Svanberg, Santon, Bani, Skorupski; Espulsi: Cristante
Marcatori: 16′ Orsolini, 22′ aut. Denswil, 26′, 51′ Barrow, 72′ Mkhitaryan