9 Agosto 2021
13:48

Quanto può investire l’Inter sul mercato dopo le cessioni di Hakimi e Lukaku

Le cessioni di Achraf Hakimi e Romelu Lukaku hanno portato denaro nelle casse dell’Inter ma la somma delle due operazioni non sarà quella disponibile per fare mercato in entrata per il club nerazzurro: Marotta e Ausilio sono a lavoro per rinforzare la rosa di Simone Inzaghi dopo aver perso due pedine fondamentali dello Scudetto numero 19 della storia nerazzurra.
A cura di Vito Lamorte

L'Inter al centro del mercato. I nerazzurri sono pronti a veder partire Romelu Lukaku per Londra, sponda Chelsea, e perderanno un altro pezzo fondamentale dello Scudetto dello scorso anno dopo Achraf Hakimi, già al Paris Saint-Germain da diverse settimane. Il club di viale della Liberazione perde due degli uomini che hanno inciso maggiormente sulla corsa per il titolo numero 19 e ora sia i dirigenti che Simone Inzaghi sperano di non dover mandare giù altri bocconi amari: sia Beppe Marotta che Piero Ausilio avrebbero cercato di opporsi alla scelta di Steven Zhang di cedere Lukaku ma dopo la richiesta dello stesso calciatore la situazione si è ribaltata e per Big Rom si sono riaperte le porte della Premier League.

Adesso i vertici nerazzurri stanno cercando i sostituti del centravanti belga e i nomi che circolano con più frequenza sono quelli di Edin Dzeko (vecchio pallino), Duvan Zapata e El Tucu Joaquin Correa ma bisogna capire, effettivamente, quanto l'Inter ha intenzione di reinvestire sul mercato prima del 31 agosto. Le operazioni in uscita più importanti (Lukaku e Hakimi) hanno portato complessivamente nelle casse nerazzurre 183 milioni di euro (68 + 115) ma questa somma non sarà quella disponibile per fare mercato perché vanno tolti i residui di pagamento per Real Madrid e Manchester United, così come il 5% di contributo di solidarietà (cifra a cui il Chelsea ha rinunciato) e il 6% sulla futura rivendita pattuita coi Red Devils per il belga. Quindi per Lukaku entreranno 115 ma ne usciranno circa 50 milioni mentre Hakimi fu pagato 45 più bonus e oggi sono usciti dalle casse 25 milioni più 3 di solidarietà più uno di bonus. Zhang ha chiesto un attivo di 70 milioni di euro entro la fine del mercato e così Ausilio e Marotta avranno a disposizione per le prossime operazioni circa 35 milioni di euro.

I nerazzurri dopo la partenza di Hakimi non hanno ancora acquistato un sostituto del marocchino e Inzaghi ha sempre parlato chiaro sull'importanza di prendere un calciatore per quel ruolo: dopo che la pista Hector Bellerin si è raffreddata, i nomi più caldi sembrano quelli di Dumfries e Nandez. Per l'attacco i nomi sono quelli anticipati e l'ex tecnico della Lazio vorrebbe due calciatori dopo l'addio di Lukaku: Dzeko sembra essere la pista più percorribile ma Inzaghi vorrebbe portare a Milano anche il suo pupillo Correa. Per l'argentino Lotito vorrebbe incassare almeno 30 milioni di euro e questo potrebbe essere un ostacolo per l'Inter ma il mercato è talmente mutevole in questi giorni che è molto difficile fare previsioni.

Perché l'Inter è interessata a Mkhitaryan: la suggestione di mercato che può diventare realtà
Perché l'Inter è interessata a Mkhitaryan: la suggestione di mercato che può diventare realtà
Due juventini e un ex bianconero, i colpi a sorpresa dell'Inter che possono accendere il mercato
Due juventini e un ex bianconero, i colpi a sorpresa dell'Inter che possono accendere il mercato
Quando può vincere lo Scudetto il Milan: festa già domenica, ma dipende dall'Inter
Quando può vincere lo Scudetto il Milan: festa già domenica, ma dipende dall'Inter
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni