Dejan Kulusevski oppure Alvaro Morata. È l'ultimo dubbio di Andrea Pirlo che sceglie la formazione della Juventus da schierare nella partita contro il Porto. Fischio d'inizio alle 21 per l'andata degli ottavi di finale di Champions che si gioca allo Estádio do Dragão di Oporto (ritorno previsto all'Allianz Stadium di Torino per il 9 marzo). La gara verrà trasmessa in diretta TV e in streaming sui canali di Sky Sport. Tra i bianconeri Leonardo Bonucci e Paulo Dybala figurano nella lista dei convocati ma non saranno disponibili per il match coi lusitani, Arthur e Cuadrado (entrambi infortunati) sono rimasti a casa.

La probabile formazione del Porto contro la Juventus

Sulla panchina del Porto c'è una ‘vecchia' conoscenza del calcio italiano, da giocatore e da allenatore: Sérgio Conceição. Presenterà all'appuntamento una formazione molto quadrata e messa in campo con il più classico 4-4-2 con Taremi che dovrebbe affiancare Marea in attacco. Centrocampo imperniato si Otavio e Oliveira mentre sugli esterni agiranno Corona e Uribe. Manafà, Pepe, Mbemba e Sarr compongono la difesa davanti al portiere, Marchesin.

Porto (4-4-2): Marchesin; Manafà, Pepe, Mbemba, Sarr; Corona, Otavio, Oliveira, Uribe; Marega, Taremi. All.: Conceição.

Juve, la probabile formazione per la partita con il Porto

L'emergenza assenze restringe le scelte di Pirlo che potrà sì contare su Ramsey ma non partirà nella formazione titolare. Stesso discorso per Bonucci e Dybala, le cui condizioni non sono incoraggianti. In attacco Kulusevski sembra favorito su Morata per giocare in tandem con Cristiano Ronaldo. A centrocampo Bentancur e Rabiot agiranno nel ruolo di lotta e di governo mentre gli esterni saranno Chiesa a destra e McKennie a sinistra. In difesa confermata la coppia centrale  composta da de Ligt e Chiellini (la stessa vista all'opera a Napoli) con Danilo e Alex Sandro esterni davanti a Szczesny.

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Chiesa, Bentancur, Rabiot, McKennie; Kulusevski, Ronaldo. All.: Pirlo.