1.128 CONDIVISIONI
27 Giugno 2021
21:38

Perché Cristiano Ronaldo si gira di lato durante l’inno nazionale del Portogallo

L’immagine di Cristiano Ronaldo che rompe le righe delle nazionali non passa inosservata. Durante l’esecuzione degli inni nazionali, prima della gara col Belgio, CR7 si posizione di lato rispetto ai compagni di squadra e agli avversari. Perché lo fa? La spiegazione è molto semplice e non è la prima volta che compie un gesto del genere.
A cura di Maurizio De Santis
1.128 CONDIVISIONI

Perché Cristiano Ronaldo è girato di lato rispetto al Portogallo e a Belgio allineati e schierati durante l'esecuzione degli inni nazionali? L'immagine del campione lusitano non passa inosservata, impossibile quando si tratta di lui che sotto i riflettori c'è sempre e ci sta a suo agio. Compie quel gesto per un vezzo? No, anche lo sguardo rivolto verso l'alto lascia pensare che stia guardando la sua immagine proiettata sul video dello stadio. Fa così perché vuole attirare su di sé l'attenzione? No, anche perché uno sportivo/brand del suo calibro non ne ha certo bisgno. È un rito scaramantico? No.

Perché CR7 si gira di lato durante l'inno nazionale

La spiegazione è molto più semplice di quel che si crede. Cristiano Ronaldo si sposta di lato e rompe la riga per un motivo preciso: lo fa per puro patriottismo. Nei minuti che precedono il fischio d'inizio degli ottavi di finale, mentre nello stadio echeggiano le note e le parole di A Portuguesa (l'inno del Portogallo), CR7 si volta verso la bandiera del proprio Paese. Tiene lo sguardo fisso sul labaro e canta le strofe, scandisce le parole del testo che conosce a memoria.

Lo aveva già fatto ai Mondiali di Russia 2018

Non è la prima volta che il giocatore della Juventus, ex stella del Real Madrid, cinque volte Pallone d'Oro fa una cosa del genere. Basta azionare la sequenza videoclip e fare un salto indietro nel tempo per scovare un'immagine simile. Ai Mondiali di Russia 2018 scartò di lato rispetto ai compagni di nazionale sia contro la Spagna (nella gara del girone di Coppa del Mondo) sia contro il Marocco. CR7, capitano della selezione lusitana, sta lì, a gambe divaricate (gesto che è iconico, soprattutto prima di calciare le punizioni), petto in fuori e sguardo fiero (Una scena che si è ripetuta anche agli Europei).

Il portiere dell'Argentina, Caballero, lo imitò in Coppa

A imitarlo fu un altro protagonista di quell'edizione del Mondiale: il portiere dell'Argentina, Willy Caballero, anche lui posizionato di traverso rispetto al resto della squadra.

1.128 CONDIVISIONI
Il record che Cristiano Ronaldo ancora non ha battuto appartiene a un 70enne
Il record che Cristiano Ronaldo ancora non ha battuto appartiene a un 70enne
Qualificazioni mondiali: Ronaldo trascina il Portogallo, l'Ungheria ferma l'Inghilterra a Wembley
Qualificazioni mondiali: Ronaldo trascina il Portogallo, l'Ungheria ferma l'Inghilterra a Wembley
Cristiano Ronaldo durissimo con suo figlio: "Voglio che soffra come ho fatto io"
Cristiano Ronaldo durissimo con suo figlio: "Voglio che soffra come ho fatto io"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni