301 CONDIVISIONI
6 Settembre 2022
23:49

Perché Allegri ha sostituito Milik con Locatelli nel finale di PSG-Juve: era una strategia

Non c’è pentimento nelle parole di Allegri, dietro la sostituzione del polacco avvenuta nel momento ci maggior pressione della Juve c’era una ragione precisa. E sul match col Psg commenta con amarezza: “È stata un’occasione persa”.
A cura di Maurizio De Santis
301 CONDIVISIONI
Massimiliano Allegri commenta la prestazione il risultato della Juventus in Champions contro il Psg.
Massimiliano Allegri commenta la prestazione il risultato della Juventus in Champions contro il Psg.

Un'occasione persa. Per Massimiliano Allegri il mancato pareggio (perché lui vede il bicchiere mezzo pieno e non la chiama sconfitta) è un'opportunità che la Juventus ha sprecato nella ripresa, quando il Paris Sanit-Germain le ha lasciato metri, iniziativa e quel pizzico di speranza che forse avrebbe potuto raddrizzare la partita per il rotto della cuffia. "Dovevamo sfruttare meglio Mckennie (sua la rete del 2-1, ndr) che è un incursore con qualche cross in più – le parole del tecnico a Mediaset -. I ragazzi stasera hanno avuto un ottimo spirito, pur rischiando qualcosa, ma i giocatori del Psg hanno una velocità di esecuzione e una tecnica pazzesca".

Fiuuu… puoi leggerglielo negli occhi. Allegri avrebbe messo la firma se gli avessero detto che sarebbe tornato da Parigi con il rimpianto per aver sfiorato l'impresa. Messi-Neymar-Mbappé.,. quei tre farebbero tremare i polsi a chiunque. Eppure un po' era riuscito a disinnescarli, un po' si erano spenti alla distanza convinti che non serviva darsi troppa pena perché il match era in pugno.

Assenze pesanti e la qualità del Psg: Allegri spiega anche così le difficoltà incontrate dalla Juventus al debutto in Champions a Parigi.
Assenze pesanti e la qualità del Psg: Allegri spiega anche così le difficoltà incontrate dalla Juventus al debutto in Champions a Parigi.

"Quando giochi contro queste squadre, la difficoltà maggiore è quando non hai la palla. Nel primo tempo eravamo troppo timidi, meglio nel secondo tempo. Contro la Salernitana sarà più difficile giocare ad esempio perché ci saranno meno spazi".

Assenze pesanti, tocca arrangiarsi nel migliore dei modi. Il tecnico bianconero cita gli assenti (Pogba, Di Maria, lo stesso Chiesa) per chiarire ancora una volta che senza questi calibri in squadra tutto è più difficile. Lo sarebbe anche per il Psg se perdesse le sue stelle. Però non cerca alibi e va a fondo nella riflessione: "I due gol presi nonostante siano frutto di giocate di una classe immensa di Neymar e Messi si potevano evitare con più attenzione".

In ombra. Vlahovic non ha brillato contro il Paris Saint–Germain, nella partita di Champions della Juve è mancato il suo guizzo.
In ombra. Vlahovic non ha brillato contro il Paris Saint–Germain, nella partita di Champions della Juve è mancato il suo guizzo.

Perché ha tolto Milik e inserito Locatelli al suo posto? Non c'è pentimento nelle parole di Allegri, dietro la sostituzione del polacco (che aveva sfiorato nel primo tempo il gol) c'era una ragione precisa: "Era stanco e in quel momento non riuscivamo a uscire. Loro avevano ripreso il pallino del gioco in mano e ho preferito metterne uno a centrocampo per avere qualità, geometrie, più palleggio. Tanto il gol si poteva fare da cross, su imbucata, in contropiede".

Milik frenato da Donnarumma. Il portiere del Psg gli ha sbarrato di nuovo la strada, questa volta è accaduto in Champions con la Juventus.
Milik frenato da Donnarumma. Il portiere del Psg gli ha sbarrato di nuovo la strada, questa volta è accaduto in Champions con la Juventus.

Paredes e Vlahovic, il giudizio che dà l'allenatore mostra i due lati della medaglia. Quello più luccicante, dove c'è il volto dell'argentino: "I giocatori di un certo livello si vedono subito, da come stoppano la palla, da come pensano la giocata". Quello un po' opaco, col serbo rimasto nel cono d'ombra. "Ha fatto una buona partita, poi non possiamo cambiare giudizi dopo ogni partita".

La chiosa è dedicata al campionato, non al Benfica. Allegri lancia il sassolino nello stagno e, a costo di sembrare esagerato, rilancia: "Adesso dobbiamo pensare a battere la Salernitana, perché non possiamo perdere altri punti pesanti".

301 CONDIVISIONI
L'emergenza di Allegri diventa estrema in Juventus-PSG: non avrà neanche 5 cambi in panchina
L'emergenza di Allegri diventa estrema in Juventus-PSG: non avrà neanche 5 cambi in panchina
Allegri smentisce se stesso su Chiesa: perché è stato convocato per Juventus-PSG
Allegri smentisce se stesso su Chiesa: perché è stato convocato per Juventus-PSG
Juve-PSG 2-1, risultato finale: bianconeri in Europa League, il Benfica si prende il primo posto del girone
Juve-PSG 2-1, risultato finale: bianconeri in Europa League, il Benfica si prende il primo posto del girone
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni