Il calciomercato di Serie A è ufficialmente iniziato ed entrato nel vivo. Per la finestra di gennaio sono già tanti i nomi che circolano e che interessano soprattutto alle big del nostro campionato. Il Milan capolista è a caccia di un difensore, mentre Inter, Juventus e Fiorentina cercano una punta. Il nome più forte in questo momento è quello di Graziano Pellé. Svincolato dallo Shandong Luneng Taishan in Cina, l'attaccante leccese potrebbe ripartire dall'Italia e da quella Serie A che però nelle sue esperienze passate non l'ha quasi mai visto protagonista. L'ex numero #9 della Italia allenata da Antonio Conte all'Europeo 2016, è finito sul taccuino di Marotta, Paratici e Commisso e potrebbe presto decidere il suo futuro nonostante il suo pessimo rendimento in fase realizzativa nel massimo campionato italiano.

Pellé ha giocato infatti in Serie A solo con le maglie di Lecce e Parma realizzando 1 solo gol con la maglia dei ducali e 2 assist, uno sempre con i ducali e un altro con i salentini. Per trovare qualche gol in più di Pellé in Italia, bisogna ritornare al campionato di Serie B 2011/2012 quando con la Sampdoria realizzò 4 gol. Il suo record nel campionato cadetto risale invece all'annata 2006/2007 quando con la maglia del Cesena, in 38 partite, realizzò la bellezza di 10 gol. All'estero le migliori prestazioni in termini di gol per il bomber di San Cesario di Lecce.

Pellé ha segnato solo 1 gol in Serie A ma è il più corteggiato sul mercato

Si è mossa prima l'Inter, che con il benestare di Antonio Conte, si è subito fiondata sull'attaccante salentino che viene da 5 stagioni in Cina con la maglia dello Shandong Luneng Taishan. Poi la Juventus, a caccia di una quarta punta che possa fungere da vice-Morata e poi ancora la Fiorentina che dalla scorsa estate punta a prendere un giocatore con le sue caratteristiche e con la sua esperienza. Il rapporto di Pellé con il massimo campionato di calcio italiano però, non è mai stato così esaltante. Già, perché il bomber di San Cesario di Lecce ha segnato soltanto 1 gol in Serie A più 2 assist divisi tra le esperienze al Lecce e al Parma.

Per il resto, meglio ricordare i 19 gol in Serie B divisi tra Catania, Crotone, Cesena e Sampdoria che in 82 presenze complessive rappresentano comunque un bottino non proprio soddisfacente. Meglio quindi per Inter e Juventus rifarsi allo score realizzativo di Pellé relativo alle esperienze all'estero con le maglie di AZ (16 gol e 8 assist ma in 94 presenze), Feyenoord (55 reti e 15 assist in 66 presenze), Southampton (30 gol e 10 assist in 80 presenze) e Shandong Luneng Taishan (63 gol e 24 assist in 132 presenze).