Nei momenti di difficoltà servono veri amici. Nella stagione più difficile della storia del Palermo, che per la prima volta gioca nei Dilettanti, i tifosi fanno sentire tutto il loro l’amore e tutto il loro grande calore e si sono abbonati in massa. La società di Mirri e Di Piazza ha venduto 10.446 abbonamenti. Un record assoluto per la Serie D. Un numero di abbonati superiore a quello di alcune squadre di Serie A.

Il record di abbonamenti del Palermo

In poche settimane il club siciliano ha emesso 10.446 tessere e così ha battuto il precedente record del Parma, che nella stagione 2015-2016 era arrivato fino a 10.089 tessere. La nuova società sperava di battere questo primato e ce l’ha fatta grazie anche a una campagna sui social network. Il risultato finale è stato quello sperato, ma non c’erano molti dubbi. Perché sin dall’inizio la squadra guidata da Pergolizzi ha sentito il calore dei tifosi, in migliaia per il primo allenamento, in 20.000 per la notte delle leggende e in 17.000 per la prima di campionato con il San Tommaso. Tutti gli abbonati hanno avuto anche due regali: una targhetta distintiva nel proprio posto allo stadio ‘Barbera’ e una maglia in edizione limitata dedicata con il numero progressivo dell’abbonamento sulla manica.

Il Palermo ha più abbonati di Spal e Sassuolo

Se si raffronta il dato del Palermo con le squadre di Serie A si vede che ovviamente c’è una differenza, ma considerate le differenze di categorie, e di avversari, si capisce che l’affetto dei tifosi siciliani è stato eccezionale. Nella classifica degli abbonamenti dominano le milanesi, seguite da Fiorentina, Juve e Roma, tutte superano i ventimila. Cagliari, Verona e Brescia superano di poco i 10.500 abbonanti, un soffio meglio del Palermo che ha più abbonati rispetto a Spal (9.500) e Sassuolo, la squadra con il minor numero di abbonati della Serie A (6.100).

Il Palermo celebra i suoi 10.446 abbonati.
in foto: Il Palermo celebra i suoi 10.446 abbonati.