Il famoso ‘treno', quello che passa una sola volta nella vita, per Riccardo Orsolini potrebbe fare un'eccezione. Il giocatore del Bologna, grande protagonista nella stagione della squadra di Sinisa Mihajlovic, potrebbe infatti tornare alla Juventus tra qualche mese. Nonostante il club rossoblù lo abbia riscattato nell'estate scorsa per 15 milioni, proprio dopo il prestito dei bianconeri, il giocatore marchigiano rischia di lasciare Casteldebole nel prossimo giugno.

Il club campione d'Italia ha infatti mantenuto alto l'interesse per Orsolini e aperta una corsia preferenziale per l'eventuale ‘recompra' del ragazzo, che vorrebbe far parte del gruppo di giocatori che Roberto Mancini porterà con sé agli Europei. Un'ulteriore conferma è arrivata sabato scorso, quando sugli spalti del ‘Dall'Ara' è stato avvistato un osservatore della Juventus: presente proprio per prendere nota dei miglioramenti dell'ex attaccante dell'Ascoli.

Il costo dell'eventuale operazione di mercato

Grazie alla sua annata ben al di sopra delle aspettative (7 reti e 5 assist in 24 presenze stagionali), Riccardo Orsolini è dunque tornato nei ‘radar' della Juventus. Il suo modo di giocare e le sue caratteristiche, secondo i tecnici della Continassa, potrebbero infatti sposarsi bene con la filosofia di calcio di Maurizio Sarri. Un dettaglio importante e decisivo per il suo ritorno a Torino, per il quale la Juventus ha due possibilità: versare una cifra intorno ai 22 milioni nella prossima estate o aspettare il 2021 e sborsarne quasi 30.

"Io un top player? Per diventarlo devo mangiare ancora tante bistecche – ha spiegato ai giornalisti Orsolini – Devo lavorare con dedizione per migliorare sopratutto i miei punti deboli come il destro. O imparo a usare entrambi i piedi alla perfezione o rischio di diventare prevedibile. Mihajlovic? Con lui ho un rapporto splendido. Abbiamo legato tanto perché entrambi eravamo a caccia di riscatto, lui in panchina io dopo sei mesi così così con Inzaghi".