Oggi Davide Astori avrebbe compiuto 34 anni. Li avrebbe festeggiati assieme alla compagna di una vita, Francesca Fioretti, e alla figlia Vittoria. Li avrebbe festeggiati con la maglia della Fiorentina addosso, gettando il cuore oltre l'ostacolo come sempre. Il suo ha smesso di battere il 4 marzo del 2018 a Udine, ritrovarono la salma nel letto della stanza dove dormiva da solo. La sera prima aveva scherzato con i compagni di squadra poi era rientrato in camera. "Hai dimenticato le scarpe qui da me", gli disse Sportiello che aveva trascorso qualche ora a giocare con il capitano alla Playstation. "Le prendo domani", rispose. Fu quello l'ultimo messaggio.

Il giorno dopo la Viola avrebbe dovuto giocare contro i friulani: lui non vide mai più il campo, la Serie A si fermò sconvolta dalla scomparsa improvvisa. Il dolore e lo sgomento per la sua morte hanno accompagnato l'indagine sulle cause del decesso (avvenuta per una cardiomiopatia aritmogena mai rilevata) e sul processo che ne è scaturito per negligenza medica. Nessun verdetto servirà a riportarlo a in vita, è questa l'unica sentenza che conta.

Fiorentina, Cagliari e Milan (oltre a tanti tifosi e sportivi che hanno avuto un pensiero per l'ex capitano dei toscani) sono el società che hanno voluto dedicare un messaggio speciale all'ex calciatore, al compagno di squadra, all'amico come all'uomo, al padre, per tutto ciò che ha rappresentato dentro e fuori dal campo. "Nasceva oggi Davide Astori", è il posto della società sarda. "Sempre, e per sempre, con noi", corredato da una emoticon a mani giunte. E poi ancora "il 7 gennaio di 34 anni fa nasceva Davide Astori: #DA13 per sempre con noi", ha aggiunto la Fiorentina. "Nel giorno del tuo compleanno, il tuo ricordo è sempre con noi. Ciao Davide, ci manchi", il tweet pubblicato dal Milan sul proprio account ufficiale.