5 Ottobre 2020
16:46

Nations League, dopo il Psg Florenzi è pronto a riprendersi l’Italia: “Grazie a Mancini”

Alessandro Florenzi è pronto a ripetersi anche in maglia azzurra dopo il gran gol segnato con la maglia del Psg nel weekend: “Oramai non mi si domanda più solo del club in cui gioco, la gente mi ferma per sapere dell’Italia. Mancini ci ha resi trascinanti, la gente si è appassionata e giocare a Bergamo sarà qualcosa di speciale commovente”
A cura di Alessio Pediglieri

Alessandro Florenzi in Nazionale spera di confermare il momento d'oro che lo ha visto protagonista nell'ultimo weekend con un gran gol nel Paris Saint Germain. La sua nuova realtà, la Francia, con i campioni in carica, al fianco di Mbappè, Icardi, Neymar, Verratti: per l'ex Roma, una nuova avventura estera dopo quella di Valencia che è iniziata nel modo migliore. E adesso la Nazionale, ritrovata grazie a Roberto Mancini che non dimentica chi gioca lontano dalla Serie A. Florenzi lo sa ed è per questo che ringrazia il ct, capace di aver dato un nuovo volto internazionale agli Azzurri.

La Nazionale scenderà in campo mercoledì, a Firenze, per una amichevole con la Moldova alle ore 20.45 e poi domenica 11 ottobre sarà a Danzica per sfidare la Polonia e mercoledì 14 a Bergamo per Italia-Olanda.

Proprio sul commissario tecnico Alessandro Florenzi si sofferma con parole di puro elogio alla vigilia di una nuova pausa per l'Italia che dovrà recuperare il tempo perduto per colpa del Covid e riprendere da dove si era fermata: con un progetto che stava crescendo partita dopo partita, raduno dopo raduno. Oggi, in questa Nazionale Florenzi fa ancora parte con orgoglio e voglia di dimostrare: "Mancini come si è visto subito ha dato fin dall'inizio un'impronta. Qualsiasi giocatore che viene inserito in questa Italia dà immediatamente il proprio contributo. Quando cammino per la strada e mi riconoscono non solo mi chiedono del club in cui gioco ma anche della Nazionale: è diventata trascinante, ha un respiro internazionale".

Florenzi è un ‘veterano' della maglia azzurra ma il gruppo di Mancini è sempre volto all'evoluzione, all'inserimento di giocatori nuovi, di un gruppo in costante crescita: "Tutti si trovano subito a proprio agio: c'è un gioco e c'è armonia, bisogna continuare su questa strada che è quella giusta. E poi giocheremo a Bergamo: in tempi di pandemia vestire questa maglia ha un valore aggiunto e in quella città i pensieri andranno subito alle tante persone che hanno sofferto".

Florenzi dice addio al Psg, ora il futuro è un'incognita
Florenzi dice addio al Psg, ora il futuro è un'incognita
L'orgoglio di Mancini dopo Italia-Spagna: "Catenaccio? Potevamo fare il 2-0"
L'orgoglio di Mancini dopo Italia-Spagna: "Catenaccio? Potevamo fare il 2-0"
L'Italia che proverà a vincere i Mondiali: le certezze di Mancini e un nuovo centravanti
L'Italia che proverà a vincere i Mondiali: le certezze di Mancini e un nuovo centravanti
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni