Avvio strepitoso della Lazio che dopo venticinque minuti è già sul 2-0 nel derby con la Roma. Il gol del raddoppio genera numerose polemiche. Sul tiro di Luis Alberto la posizione di Caicedo è dubbia. Il sudamericano sembra in posizione irregolare, ma secondo Mazzoleni che era al VAR e Orsato, che dirige l'incontro, Caicedo non ostruiva Pau Lopez, che secondo l'arbitro di campo e quello addetto al VAR non avrebbe avuto la possibilità di neutralizzare la conclusione.

Il VAR interviene sul 2-0 della Lazio

La Lazio era in vantaggio di un gol e con un'altra ripartenza è riuscita a trovare il 2-0. Pallone in profondità per Lazzari che con una galoppata ha raggiunto Ibanez, l'ex della Spal è finito giù, non era rigore, non c'è stato nemmeno un contatto. Rialzandosi l'esterno laziale ha saltato il sudamericano e ha messo un pallone in mezzo su cui si è avventato l'accorrente Luis Alberto che con un tiro preciso ha messo il pallone nell'angolino. L'arbitro ha atteso il VAR prima di convalidare il gol.

Il fuorigioco di Lazzari non c'era, ma c'era Caicedo che impallava Pau Lopez, i dubbi c'erano sulla posizione del sudamericano. E vedendo alcune immagini l'ecuadoriano sembra in posizione dubbia, ma per chi era al VAR cioè Mazzoleni, Caicedo comunque non abbia impedito l'intervento di Pau Lopez.

Orsato minaccia Inzaghi, zitto o vieni espulso

In occasione del 2-0 è intervenuto il VAR, che ha ratificato il raddoppio, nonostante la posizione dubbia di Caicedo. Inzaghi ha protestato con l'arbitro Orsato, che dopo aver ascoltato qualche parola di troppo senza mezzi termini gli ha detto: "Vuole rimanere in campo o andare fuori? Se parla ancora viene espulso".