Musacchio mi ha detto di avere avuto un problema muscolare nel riscaldamento ed è chiaro che ho fatto un altro scelta. È rimasto in spogliatoio? Se aveva un problema nel primo tempo di certo non poteva giocare nel secondo. Sono contento per Gabbia, è stato sicuro ed affidabile. Ha lavorato bene e si merita questa soddisfazione.

Sono queste le parole che Stefano Pioli ha utilizzato per provare a abbassare i toni sul rifiuto di Mateo Musacchio di entrare in campo dopo l'infortunio di Kjaer subito prima dell'intervallo del match contro il Torino. I rossoneri sono tornati alla vittoria dopo la delusione del derby e hanno raggiunto al sesto posto, a 35 punti, il Parma e il Verona. La classifica migliorare e il tecnico del Diavolo ai microfoni di Sky Sport si è complimentato con la squadra per la prova nel Monday Night:

Il buono di questa sera sono risultato e prestazione: stiamo trovando un modo di stare in campo che ci permette di essere pericolosi e rischiare poco. Sto facendo giocare gli stessi, sto avendo belle risposte. Classifica? Mancano 14 partite, ora pensiamo alla Fiorentina.

Pioli: Ibra era arrabbiato perché si poteva fare meglio

Pioli ha parlato anche del modo in cui Zlatan Ibrahimovic ha abbandonato il campo, visto che lo svedese tornato per primo negli spogliatoi alla fine della partita:

Ibrahimovic era arrabbiato perché si poteva fare meglio e potevamo chiuderla prima. Quando una squadra riesce a concludere di più e subire meno vuol dire che ha messo in campo prestazioni importanti a livello di spirito.

Nella fase finale dell'intervista post-partita il tecnico del Milan ha parlato di Lucas Paquetà. Il brasiliano è stato schierato titolare ma nonostante non ha fatto benissimo sono queste le parole dell'allenatore rossonero: "Paquetà ha tutto lo spazio per diventare un grande giocatore, è un nazionale brasiliano e ha grandi qualità per diventare grande".