Ricardo Rodriguez lascia il Milan, giocherà la parte restante della stagione in Eredivisie. Il difensore svizzero (27 anni) si trasferisce con la formula del prestito in Olanda, al Psv Eindhoven, e non al Napoli che sembrava aver raggiunto l'accordo per regalare a Gattuso il calciatore già allenato nello scorso campionato. L'ex Wolfsburg, infatti, aveva dato il proprio assenso al trasferimento in azzurro e tale sembrava anche la volontà dei rossoneri salvo un improvviso cambio di rotta che ha fatto naufragare la trattativa.

Il motivo ufficiale è il mancato accordo sulla formula e sui termini, quello ufficioso racconta che in realtà il "diavolo" non abbia voluto concedere una pedina a quella che può essere una diretta concorrente per l'Europa. La cessione del laterale mancino è stata ufficializzata dal club rossonero con una nota pubblicata in queste ore.

AC Milan annuncia che Ricardo Rodriguez si unirà al PSV Eindhoven a titolo temporaneo. Il club augura al giocatore il meglio per il resto della stagione.

Sul proprio sito il Psv Eindhoven ha spiegato anche le ragioni di una scelta del genere. "Dopo la partenza di Toni Lato – ha ammesso il responsabile tecnico John de Jong sul sito del club – in rosa è venuto a mancare un terzino sinistro specifico. È vero che abbiamo calciatori in grado di ricoprire quel ruolo ma abbiamo ritenuto necessario un rinforzo. E Rodriguez ci soddisfa perché ha esperienza nel ruolo".

Da pedina fondamentale con Gattuso a calciatore ai margini del progetto Milan. Basta dare un'occhiata allo score accumulato finora in maglia rossonera per comprendere quanto sia stato ridimensionato: 5 presenze in totale, di cui 4 nelle prime giornate poi tanta panchina fino al 22 dicembre scorso quando Pioli lo ha schierato per 45 minuti contro l'Atalanta. Fu una partita disastrosa per il "diavolo" sconfitto e umiliato per 5-0 dai nerazzurri.