Sinisa Mihajlovic ha litigato con Gary Medel, lo ha fatto in campo mentre si stava giocando la partita tra Lecce e Bologna. La notizia è particolare, perché è raro vedere in campo un allenatore litigare in modo così aspro con un ‘suo’ giocatore, e pure questo è successo allo Stadio Via del Mare durante la partita di campionato che i rossoblu hanno vinto 3-2. Questa accesa discussione rappresenta un buon segno, perché significa che il tecnico serbo ha ritrovato completamente la verve di un tempo.

Lo scontro tra Medel e Tachtsidis

Al 40’ quando il punteggio era ancora sullo 0 a 0 c’è uno scontro tra Medel e Tachtsidis. Il greco commette un fallo sul cileno, che risponde reagendo in modo scomposto. L’ex nerazzurro rischia il cartellino rosso (l’arbitro poi ammonirà entrambi) e fa arrabbiare Mihajlovic.

La lite tra Mihajlovic e Medel

L’allenatore vede tutto molto bene, perché lo scontro è avvenuto a due passi dalla sua panchina e ne dice quattro a Medel, le parole sono molto forti, non volano complimenti oxfordiani. L’arbitro Abisso osserva tutto, ascolta; si rivede un Mihajlovic d’annata. Lo scontro è feroce, anche perché Medel non accetta le critiche del suo allenatore. La partita ricomincia, ma i due protagonisti della litigata nei momenti successivi continuano a litigare. Quando il primo tempo finisce Medel corre verso la panchina, continua a discutere animatamente, ma viene placato dal d.s. Riccardo Bigon.

Bel successo del Bologna a Lecce

Questa litigata non ha danneggiato il Bologna che anzi dopo quell’acceso confronto ha trovato subito il gol del vantaggio con Orsolini, di gran lunga il migliore in campo. Nel secondo tempo Soriano raddoppia dopo quasi un’ora di gioco, poi segna ancora Orsolini. Il Bologna vince la seconda partita consecutiva e si porta nella metà sinistra della classifica.