Una laurea honoris causa per il suo impegno sociale. Lo riceverà Marcus Rashford, attaccante dello United, sarà il più giovane a essere insignito di un riconoscimento del genere e gli verrà riconosciuto dall'Università di Manchester che ha deciso di premiare così la grande sensibilità mostrata per la campagna contro la povertà infantile che lo ha visto direttamente protagonista. Un'opera meritoria che è riuscita a "convincere" anche il governo inglese a concedere per i prossimi mesi buoni alimentari gratuiti a tutte le famiglie bisognose, a quelle persone in gravi difficoltà economiche provocate dalla crisi economica scoppiata in seguito all'impatto devastante della pandemia da coronavirus.

Il premier, Boris Johnson, aveva inizialmente respinto un'ipotesi del genere – come spiegato dal tabloid The Guardian – salvo tornare suo propri passi considerati anche i riflessi di un'intransigenza del genere sull'opinione pubblica in un momento così delicato per la vita del Paese.

È una giornata speciale per me e per la mia famiglia – ha ammesso l'attaccante del Manchester United -. Sono molto orgoglioso di ricevere un riconoscimento del genere. Abbiamo ancora molta strada da fare per combattere la povertà infantile in questo Paese ma ricevere questo attestato da un ente della tua città significa che stiamo andando nella giusta direzione.

La professoressa Nancy Nancy Rothwell, preside dell'Università, oltre a tessere le lodi di Marcus Rashford ha anche ribadito le motivazioni che hanno spinto l'Ateneo a premiare l'attaccante dei red Devils. "Marcus è un giovane straordinario con un talento che va ben oltre il campo di calcio. Il suo impegno per la beneficenza e la sua campagna non aiuteranno solo le persone più bisognose della nostra città ma rappresenta sicuramente un esempio per tutto il Paese".

@dnmaysportsmgt @rocnationsports

A post shared by Marcus Rashford (@marcusrashford) on