204 CONDIVISIONI
5 Luglio 2021
22:46

Luka Romero alla Lazio, è fatta: a Roma arriverà il “nuovo Messi”

Luka Romero sarà un calciatore della Lazio. Nei giorni scorsi il club biancoceleste era stato indicato come quello più vicino al classe 2004 argentino del Maiorca e nelle prossime ore dovrebbe arrivare la chiusura dell’operazione. Il 16enne sabato partirà con per il ritiro di Auronzo con i compagni: Sarri vuole valutarlo subito.
A cura di Vito Lamorte
204 CONDIVISIONI

La Lazio è vicinissima all'acquisto di Luka Romero. Il giovane talento classe 2004 del Maiorca dovrebbe diventare un calciatore biancoceleste nei prossimi giorni e tra giovedì e venerdì dovrebbe effettuare le visite mediche per poter andare in ritiro estivo ad Auronzo di Cadore insieme ai nuovi compagni. A riportare la notizia è Sky Sport. Il club delle Baleari, che torna quest'anno in Liga, ha iniziato oggi il pre-campionato con le visite mediche ai 23 giocatori della prima squadra, più sette della seconda, ed è subito risaltata l'assenza del giovane argentino: il classe 2004 non ha ancora firmato il suo primo contratto da professionista e già nei giorni scorsi i media spagnoli parlavano di un accordo in dirittura d'arrivo con la Lazio.

Né il club capitolino né i rappresentanti del giovane nato a Durango, in Messico, hanno confermato l'ingaggio o hanno dato segnali che potessero confermare qualcosa in questo senso ma a Maiorca sono già certi che non rimarrà con loro il prossimo anno. Il 16enne dovrebbe firmare un contratto di cinque anni con la Lazio, che ha battuto la concorrenza di Milan e Arsenal.

Luka Romero è stato il più giovane debuttante della storia in Liga a 15 anni e 219 giorni ed è considerato uno dei prospetti più interessanti della sua età a livello mondiale: l'esterno offensivo argentino ha messo a referto numeri impressionanti nelle giovanili 230 gol in 108 partite, e subito gli è toccata l'etichetta di "Mini Messi" viste le caratteristiche fisiche e il ruolo in cui gioca. Ha firmato la sua prima rete da professionista il 29 novembre 2020 contro il Logrones e ha chiuso la stagione con 6 presenze e 1 gol in Liga 2. Lukita si è fatto notare subito nelle gare giovanili e grazie a un permesso speciale è stato subito aggregato alla prima squadra per gli allenamenti.

Nel 2011, prima di approdare al Maiorca, a soli sette anni aveva impressionato gli osservatori del Barcellona ma la sua famiglia non era disposta a trasferirsi in Catalogna ed il club blaugrana si vide costretto a rinunciare a quel giovanissimo gioiello perché le norme vietano l’acquisto di giocatori con un’età inferiore ai 10 anni. Il nomignolo di "Messi messicano" o "nuovo Messi" è diventato subito di uso comune ma suo padre Diego in un'intervista all'agenzia Efe ha ammesso di non amare certi paragoni: “Non mi piace questo confronto con Messi. Si sta mettendo una pressione enorme su un ragazzo di appena 15 anni”.

Questo giovane attaccante argentino è gestito da Ramadani e partirà per il ritiro di Auronzo di Cadore con la prima squadra della Lazio ma, almeno nei piani iniziali, dovrebbe essere il gioiello dell’Under 19 di Calori: Maurizio Sarri vorrà comunque valutarlo e poi si deciderà se aggregarlo subito in prima squadra o se fargli fare un percorso di crescita diverso.

204 CONDIVISIONI
Europa e Conference League il sorteggio dei gironi per Napoli, Lazio e Roma
Europa e Conference League il sorteggio dei gironi per Napoli, Lazio e Roma
Keita Baldé, Zaccagni e Caputo i colpi a sorpresa dell'ultimo giorno di mercato
Keita Baldé, Zaccagni e Caputo i colpi a sorpresa dell'ultimo giorno di mercato
Respinto il ricorso di Sarri: resta la squalifica di due turni, rientra per il derby con la Roma
Respinto il ricorso di Sarri: resta la squalifica di due turni, rientra per il derby con la Roma
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni