16 Giugno 2021
13:49

Locatelli alla Juve, Dragusin può entrare nell’affare: ma per il Sassuolo non vale mai 10 milioni

Va avanti la trattativa tra Juventus e Sassuolo per Manuel Locatelli. Il centrocampista della Nazionale è il primo obiettivo per il centrocampo di Massimiliano Allegri e la dirigenza bianconera sta provando ad abbassare la richiesta di 40 milioni di euro con l’inserimento di una contropartita tecnica. Il nome che potrebbe mettere d’accordo le due società è quello di Radu Dragusin, ma il difensore classe 2002 è valutato diversamente dai due club: 10-12 milioni per la Juve, 5-6 per il Sassuolo.
A cura di Valerio Albertini

Manuel Locatelli è il primo obiettivo per il centrocampo della Juventus di Massimiliano Allegri. Da tempo, il nome del 23enne centrocampista del Sassuolo, impegnato agli Europei con la Nazionale di Roberto Mancini, è finito sul taccuino dei dirigenti bianconeri e potrebbe diventare presto il primo acquisto del nuovo corso targato Federico Cherubini. Ciò che ha finora impedito che questo accadesse è la richiesta molto alta per l'ex Milan della dirigenza emiliana: 40 milioni di euro. Oltre a questa, l'altro ostacolo al momento insormontabile è la formula con la quale il Sassuolo pretende la cifra, ovvero un acquisto a titolo definitivo. Questo presupporrebbe un esborso immediato molto elevato, che la Juventus difficilmente potrebbe permettersi, se non con l'inserimento di qualche altro giocatore nell'affare, prospettiva che potrebbe mettere d'accordo le due società.

Per questo, da diversi giorni, Cherubini sta lavorando con l'ad emiliano Giovanni Carnevali per trovare una quadra che porti brevemente a un accordo, facendo anche leva sulla volontà del giocatore, che ha dato la sua priorità alla Juventus. Il Sassuolo sa che in estate sarà costretto a far partire Locatelli, ma vuole cercare di monetizzare il più possibile dalla sua cessione. I buoni rapporti tra le due società, comunque, lasciano pensare che, alla fine, l'affare andrà in porto.

Dragusin contropartita gradita al Sassuolo, ma non c'è accordo sulla valutazione

Un primo accordo c'è già sulla valutazione del ragazzo che, anche secondo la Juventus, vale 40 milioni di euro. I bianconeri, però, non sono disposti a sborsare l'intera cifra e hanno individuato una serie di possibili contropartite tecniche che potrebbero fare al caso del Sassuolo. Una in particolare è gradita ai dirigenti neroverdi. Si tratta di Radu Dragusin, difensore romeno classe 2002, che convince Carnevali più di Nicolò Fagioli, Nicolò Rovella e Manolo Da Graca. I due club, però, non valutano il giocatore allo stesso modo: secondo la Juventus il suo valore di mercato è di almeno 10-12 milioni di euro, mentre quello indicato dal Sassuolo è di circa 5-6 milioni. Si tratta di una discrepanza importante, non abissale, che potrebbe essere colmata abbastanza agevolmente se le due società decidessero di venirsi incontro. I bianconeri dovrebbe aumentare di qualche milione la parte fissa, mentre i neroverdi dovrebbero abbassare leggermente le proprie richieste.

La Juventus studia comunque delle alternative, come il ritorno di Miralem Pjanic o l'acquisto di Corentin Tolisso, ma la dirigenza bianconera non ha fretta di affondare il colpo ed è consapevole che, probabilmente, l'affare Locatelli non si sbloccherà prima del termine degli Europei. Intanto, però, continua a lavorare con la dirigenza neroverde per limare le differenze che porterebbero il classe '97 a Torino.

Allegri di corto muso, la Juve vince il derby all'86': Locatelli batte il Torino
Allegri di corto muso, la Juve vince il derby all'86': Locatelli batte il Torino
Lukaku è stato della Juve per un giorno: affare saltato in piena notte per un rifiuto
Lukaku è stato della Juve per un giorno: affare saltato in piena notte per un rifiuto
Juventus in trincea, basta un lampo di Chiesa: battuto il Chelsea campione d'Europa
Juventus in trincea, basta un lampo di Chiesa: battuto il Chelsea campione d'Europa
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni