Inter-Bayer Leverkusen e Manchester United-Copenaghen sono le prime due partite dei quarti di finale di Europa League in programma questa sera alle ore 21. Si giocano tutte in gara secca, come previsto dal protocollo della Uefa scaturito dall'emergenza coronavirus che ha dilatato nel tempo il calendario e reso necessarie delle modifiche per risolvere le anomalie provocate dalla mancata disputa di alcuni incontri degli ottavi di finale (è il caso proprio dell'Inter contro il Getafe e della Roma – poi eliminata – contro il Siviglia). Altra novità regolamentare sulle sostituzioni: sono 5, come stabilito in via eccezionale dall'Ifab, da effettuare durante i 90 minuti; in caso di supplementari ce n'è a disposizione anche una sesta.

L'Inter si qualifica se… il regolamento in caso di pareggio

A Düsseldorf, in campo neutro e a porte chiuse, l'Inter va a caccia della qualificazione in semifinale (sulla strada potrebbe incrociare la vincente di Shakhtar-Basilea). Considerato il format, la domanda sorge spontanea: cosa succederà in caso di pareggio? Al termine dei 90 minuti, in caso di parità si andrà ai supplementari. Se la situazione non dovesse cambiare, si ricorrerà alla lotteria dei calci di rigore per decidere chi passerà il turno.

Perché le partite della Final Eight si giocano in gara secca

Una variazione rispetto al format abituale della competizione (è accaduta la stessa cosa anche per la Champions) ha portato la Federazione a raccogliere sotto l'egida della Final Eight la fase decisiva del trofeo, concentrando tutti gli incontri in un'unica sede (in Germania per l'Europa League, in Portogallo per la Coppa dalle "grandi orecchie". Ecco perché è stato accantonato il tradizionale percorso del doppio confronto.

Anche in gara secca vale la regola del "gol doppio"? No perché, di fatto, si qualifica alla semifinale la squadra che sarà capace di segnare una rete in più rispetto all'avversario e l'indicazione in tabellone (chi gioca in casa e chi in trasferta) ha valore meramente statistico e organizzativo.