3 Gennaio 2022
16:57

L’imbarazzo di Conte all’ennesima domanda su Lukaku: “È una questione di rispetto”

Antonio Conte ha parlato a due giorni dalla sfida in Carabao Cup fra il suo Tottenham e il Chelsea fortemente scossi dal caso Lukaku, suo pupillo all’Inter. Il tecnico era imbarazzo dall’ennesima domanda sull’argomento: “È una questione di rispetto”.
A cura di Fabrizio Rinelli

Il Tottenham di Antonio Conte continua a regalare soddisfazioni al popolo degli Spurs. Dopo l'arrivo del tecnico salentino a Londra, i risultati si sono visti in modo immediato. Ben 8 gare senza sconfitta in Premier dal suo approdo in panchina, 10 se aggiungiamo le vittorie contro Vitesse e West Ham rispettivamente in Conference League e Coppa di Lega inglese, nel mezzo i ko contro Mura e il 3-0 a tavolino col Rennes. Numeri rassicuranti per una squadra che ora dovrà giocarsi la semifinale della Carabao Cup in casa del Chelsea. Sarà la sua prima volta da avversario contro i Blues che ha allenato portandoli alla vittoria della Premier League nella stagione 2016/2017 al suo primo anno in Inghilterra.

Allo Stamford Bridge troverà una squadra fortemente scossa dal caso Lukaku, un giocatore che Conte conosce benissimo essendo stato il trascinatore della sua Inter capace di portarsi a casa lo Scudetto lo scorso in Italia dopo tanti anni di buio totale del club nerazzurro. Nel corso della conferenza stampa odierna che precede la sfida del prossimo 5 gennaio alle ore 20:45, il tecnico ha risposto ad alcune domande sul belga mostrandosi però quasi seccato dall'insistenza della stampa che cerca di tirare fuori il suo parere sulla vicenda Lukaku. Conte decide di non rispondere e in maniera categorica spiega i motivi della sua netta presa di posizione.

Secondo quanto riporta il ‘Mirror' Conte non ha preso bene la domanda su Lukaku che dopo l'intervista rilasciata a Sky Sport ha fatto sapere di non trovarsi bene al Chelsea sperando di tornare presto all'Inter in Italia."Sinceramente non vorrei parlare di Romelu perché Romelu ora è un giocatore di un'altra squadra – ha detto l'allenatore rispondendo a una domanda secca sul belga – Penso che sarebbe irrispettoso parlare di lui e del Chelsea".

Tuttavia, mentre affrontare un Chelsea senza Lukaku sarebbe una spinta per qualsiasi squadra, per Conte invece sarebbe stato meglio giocare contro avversari che hanno a disposizione tutta la rosa: ciò significa affrontare Lukaku nell'incontro infrasettimanale. "Penso che sia sempre una buona cosa giocare contro una squadra in cui tutti i giocatori sono a disposizione – ha sottolineato l'ex Juventus e Inter – Penso che per le persone che guardano la partita sperano di vedere i migliori giocatori in campo".

Lukaku torna a segnare: il bomber fa doppietta, ma il Chelsea viene agganciato al 97'
Lukaku torna a segnare: il bomber fa doppietta, ma il Chelsea viene agganciato al 97'
Lukaku zittisce il suo stesso agente: "Io me ne sto in silenzio, nessuno parli a mio nome"
Lukaku zittisce il suo stesso agente: "Io me ne sto in silenzio, nessuno parli a mio nome"
Lukaku non crede ai suoi occhi, il Chelsea perde ma Tuchel lo ignora: "Abbiamo solo tre cambi"
Lukaku non crede ai suoi occhi, il Chelsea perde ma Tuchel lo ignora: "Abbiamo solo tre cambi"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni