Un grande Milan travolge la Lazio, che perde la seconda partita su quattro dopo la ripresa del campionato e forse dice già addio ai sogni scudetto. La Juventus adesso ha 7 punti di vantaggio (e di turni ne mancano otto). Il Milan con questo 3-0 aggancia il Napoli al sesto posto. Nel primo tempo gol di Calhanoglu e Ibrahimovic, nella ripresa solito centro di Rebic.

Calhanoglu gol e infortunio, poi rigore di Ibra

Inzaghi non dispone di Immobile e Caicedo squalificati e sceglie come punte Correa e Luis Alberto, il centrocampo viene rinforzato con Lucas Leiva e Parolo. Nel Milan invece torna dal primo minuto Ibrahimovic. Sin dall'inizio si capisce che la Lazio senza Immobile e Caicedo fa un'enorme fatica, al di là della scarsa brillantezza fisica. Il Milan invece galoppa e con merito trova il gol con Calhanoglu. Il turco riceve un bel pallone da Ibra e con un tiro deviato da un difensore laziale insacca. La Lazio non reagisce e il Milan raddoppia con Ibra, ma il gol viene annullato per una posizione irregolare dello svedese. Poco male per Zlatan che poco dopo firma il 2-0. Radu colpisce il pallone con la mano sinistra, rigore netto trasformato dall'attaccante che viaggia verso i 38 anni. Calhanoglu si fa male, problema al polpaccio lascia il posto a Paquetà e può dare forfait contro la Juve martedì.

Milan show, gol del solito Rebic

Inzaghi corre ai ripari effettua dei cambi che però non aiutano la causa laziale. E anzi è il Milan che va a cento all'ora e fa quello che vuole. La Lazio la tiene su Strakosha, che però deve capitolare dopo un'ora di gioco quando fa gol il caldissimo Ante Rebic. 3-0 partita finita. La Lazio chance non ne ha, il Milan ha due colossali occasioni con Theo Hernandez, uno dei migliori in campo. Quando la partita finisce nervi tesi tra Theo Hernandez e Lazzari. La squadra di Pioli aggancia il Napoli al sesto posto e con fiducia guarda alla partita con la Juventus, mentre la Lazio ora vede allontanarsi in modo probabilmente definitivo i bianconeri.

Il tabellino di Lazio-Milan

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Patric, Acerbi, Radu (55′ Lukaku); Lazzari, Parolo, Leiva, Milinković-Savić (66′ Anderson), Jony (55′ Vavro); Luis Alberto; Correa (63′ Cataldi). A disposizione: Proto, Guerrieri, Bastos, Vavro, Armini, Falbo, J. Silva. Allenatore: S. Inzaghi.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Conti (71′ Calabria), Kjaer, Romagnoli, Theo Hernández; Kessié (85′ Biglia), Bennacer; Saelemaekers, Bonaventura (71′ Krunic), Çalhanoglu (37′ Paquetà); Ibrahimovic (45′ Rebic). A disposizione: Begović, A. Donnarumma, Gabbia, Laxalt, Brescianini, D. Maldini, R. Leão, Rebic. Allenatore: Pioli.

Gol: 23′ Calhanoglu, 34′ rig. Ibrahimovic, 59′ Rebic

Ammoniti: Lukaku, Paquetà