Sabato pomeriggio il Barcellona ospita al Camp Nou l’Eibar, una delle squadre basche che giocano nella Liga. Quique Setien potrebbe decidere di far rifiatare Leo Messi, l’argentino potrebbe essere preservato in vista della sfida di Champions con il Napoli. Il tecnico dell’Eibar Mendilibar, alla vigilia della partita, non si fida né del Barcellona né del possibile turnover e quando si è trovato a parlare di Messi ha usato una parola davvero offensiva per definirlo.

L’offesa dell’allenatore dell’Eibar, Mendilibar, a Leo Messi

Difficile pensare che volesse fare una battuta, perché certe parole non lasciano molto spazio a varie interpretazioni, ma Mendilibar rispondendo a una domanda ha usato un’espressione forte ‘cabrò’ che in spagnolo ha varie accezioni, tutte negative. In pratica ha dato del ‘bastardo’ a Messi come riferisce ‘Marca’:

Non penso che Messi riposi. Quel bastardo già si riposa durante le partite. Sa quando deve prendere parte al gioco e quando può riposare. Se gli dessero un giorno libero, si stancherebbe di più a guardare dalla tribuna.

Mendilibar racconta una sua esperienza e motiva l’offesa a Messi

Oggi guida l’Eibar, ma in passato Mendilibar è stato l’allenatore dell’Osasuna e qualche anno fa in Coppa del Re trovò sul suo cammino proprio il Barcellona. Messi non avrebbe dovuto essere della partita e invece recuperò in modo quasi miracoloso, entrò in campo e nella ripresa segnò due gol:

Una volta, quando allenavo l’Osasuna, siamo andati a giocare una partita di Copa del Rey giocata al Camp Nou. La mattina del match ci dicono che Messi non gioca, perché ha problemi di stomaco e la febbre. Poi dopo pranzo si scopre che è convocato e che andrà in panchina. Noi già stiamo perdendo 2-0, quando all’improvviso vedo che comincia a riscaldarsi. Entra, fa due gol e perdiamo 4-0.